Colpaccio Elia Viviani: ORO su pista, dopo aver corso la gara su strada

Europei di ciclismo. Dopo il settimo posto nella corsa su strada oggi, migliore degli italiani, il veronese Elia Viviani torna in corsa già in serata e conquista l'oro nell'eliminazione. Disciplina di cui è anche campione del mondo.

elia viviani
Elia Viviani oro agli Europei di ciclismo, disciplina Eliminazione

Elia Viviani protagonista agli Europei di ciclismo, su strada e su pista

Elia Viviani regala ancora emozioni. Oro agli Europei di ciclismo su pista, nella disciplina dell’Eliminazione, di cui è anche campione del mondo. A sottolineare ancora una volta la caratura del campione veronese, il fatto che nel pomeriggio aveva anche partecipato alla gara su strada, arrivando settimo. Primo degli italiani allo sprint.

Il colpo di scena

Per la gara su pista era prevista la sostituzione da parte dell’altro veronese, Michele Scartezzini. Invece ha deciso di esserci proprio lui, Elia Viviani, anche questa sera, al via della finale della corsa a eliminazione al velodromo di Monaco. Il via della gara è stato intorno alle 20.10. Poche ore dopo l’arrivo della gara su strada.

La gara su strada

Dopo quattro vittorie italiane consecutive negli scorsi anni, fra cui una proprio di Viviani, l’olandese Fabio Jakobsen ha rotto il filotto tricolore. Migliore degli italiani proprio Viviani, settimo.

LEGGI ANCHE: Verona, scontro auto-moto. Un morto

Il suo commento: «Quando c’è stata l’inversione all’ultimo chilometro, avevamo i numeri giusti, ma li abbiamo sfruttati male. Guarnieri ha visto arrivare il treno dei belgi, si è spaventato, partendo lungo. Gli altri sono stati bravi, ci hanno sfruttato nel modo giusto e poi sulla volata pura Jakobsen è forse il più forte del mondo».

Elia Viviani agli Europei di ciclismo su strada - Foto Federciclismo
Elia Viviani agli Europei di ciclismo su strada – Foto Federciclismo

Neanche il tempo di rammaricarsi, perché Viviani questa sera ha potuto sfogare la rabbia per il traguardo sfumato con la finale nella corsa a eliminazione su pista.

«L’azzurro si trova già nell’hotel della Nazionale pista e, dopo aver fatto una doccia ristoratrice, è alla ricerca della giusta concentrazione per il nuovo impegno agonistico. Per il veronese, portabandiera di Tokyo 2020, sarà anche l’occasione per sfoggiare la maglia di campione del mondo di specialità, ottenuta lo scorso anno a Roubaix» recitava il comunicato della Federciclismo.

LEGGI ANCHE: Cosa fare a Verona e provincia dal 29 settembre al 2 ottobre

Non è finita, martedì di nuovo atteso il duo Viviani-Scartezzini

Sempre per quanto riguarda gli Europei di ciclismo su pista, martedì alle 18.11 è prevista la partecipazione in coppia di Elia Viviani e Michele Scartezzini nella finale della Madison.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv