Carta Etica dello Sport: l’Hellas Verona premia gli studenti veneti

L’Hellas premia gli studenti veneti che hanno partecipato all’edizione 2024 del concorso “Carta Etica dello Sport Veneto”.

Carta etica dello sport - premiazione 2024
Carta etica dello sport - premiazione 2024

Sono stati gli sportivi “Made in Veneto” dell’Hellas Verona FC a premiare i vincitori dell’edizione 2024 del concorso “Carta Etica dello Sport Veneto” promosso da Regione del Veneto, in collaborazione con MIUR e UNPLI Veneto.

Ad ospitare la cerimonia di premiazione di questa 6^ edizione, svoltasi stamane, è stata la casa dei Gialloblù, lo stadio Bentegodi di Verona, che ha accolto i circa 200 ragazzi provenienti da ogni parte del Veneto, pronti a confrontarsi “a colpi di matita e fotogrammi” con sincero entusiasmo e spirito decoubertiniano.

LEGGI ANCHE: DDL Autonomia, arriva il via libera della Camera: è legge

Alla consegna dei premi hanno preso parte l’Assessore allo Sport di Regione del Veneto Cristiano Corazzari, il direttore Generale dell’Hellas Verona FC Simona Gioè, Rossano Galtarossa e Guido Di Guida per il CONI Veneto, il delegato CIP Verona Rolando Fortini, Fabio Vettorello in rappresentanza dell MIM – USR Veneto, il presidente UNPLI Veneto Giovanni Follador e una rappresentanza di giocatori e giocatrici dell’Hellas Verona FC, fra cui Diego Coppola e Sara Corsi.

Le dichiarazioni

«La Carta Etica si disegna e si racconta attraverso i giovani nel 2024, anno in cui il Veneto è Regione Europea dello Sport con lo sguardo rivolto verso l’appuntamento di Milano- Cortina 2026. – ha spiegato l’Assessore Regionale allo Sport Cristiano Corazzari – L’etica è stata un punto strategico nel dossier di candidatura. Un punto sul quale la Commissione di Aces Europa, nell’assegnazione del titolo, si è soffermata molto, proprio nel voler comprendere il modello veneto. Il rispetto degli altri, dello spirito di squadra e del senso di solidarietà, come il rifiuto di ogni forma di discriminazione, la lealtà e l’onestà, sono fondamentali per l’attività sportiva. È questo il primo insegnamento dello sport ed è ciò che desideriamo trasmettere alle nuove generazioni anche con questa 6° edizione del progetto Carta Etica dello sport veneto. Per il 2024 – ha aggiunto l’assessore – viviamo questa avventura insieme al team Hellas Verona F.C. (team di serie A) e Hellas Verona Women. Ringrazio la società per aver accettato questo invito ad essere testimonial. Ad oggi i sottoscrittori della Carta Etica sono 779, non posso che rinnovare l’invito al mondo dello sport ad aderire a questo importante documento. La Regione crede con forza nello sport e nei suoi valori, strumenti importanti per i giovani che saranno i buoni cittadini del domani».

«È stato un grande orgoglio essere testimonial della Carta etica dello Sport 2023/2024 – ha evidenziato Simona Gioè, Direttore Generale Hellas Verona FC – Abbiamo indossato questa maglia con grande felicità, perché ci ha reso molto orgogliosi far parte di questo progetto. Abbiamo ringraziato più volte la Regione Veneto per quest’opportunità, proprio nell’anno in cui il Veneto è la Regione Europea dello Sport, e vederci al loro fianco ci ha reso davvero felici. I valori della Carta Etica sono valori che noi cerchiamo di rendere nostri ogni giorno, soprattutto con i più piccoli del settore giovanile. Valori che mirano a influenzare l’atteggiamento di tutti, sia dentro che fuori dal campo».

Carta etica dello sport - premiazione 2024
Simona Gioè e Cristiano Corazzari

«È sempre con grande soddisfazione che, come UNPLI Veneto, lavoriamo all’iniziativa Carta Etica dello Sport, per la quale ringraziamo Regione del Veneto della fiducia – ha chiosato Giovanni Follador, presidente UNPLI Veneto – Anche questa 6^ edizione ha visto un’ottima partecipazione da parte di studenti e giovani sportivi veneti, segno che il Concorso sta perseguendo l’obiettivo prefissato, ovvero far vivere lo sport come insieme di valori e non come semplice azione agonistica. Un traguardo importante anche per le Pro Loco poiché i valori che la Carta Etica esprime sono gli stessi che guidano noi volontari: condivisione, partecipazione, inclusione, amicizia e spirito di squadra».

«Anche in questa edizione – ha quindi sottolineato Fabio Vettorello del MIM – USR Veneto – i ragazzi ci hanno sorpreso con le loro capacità artistiche, ho visto un netto miglioramento dei progetti presentati, sempre più professionali; e non nascondo che molto lavori hanno avuto la capacità di emozionarmi».

«Come CIP Veneto esprimiamo grande soddisfazione per questo Concorso – ha proseguito Rolando Fortini, delegato CIP Verona – soprattutto per quanto i ragazzi hanno espresso nei loro lavori, mettendo in primo piano il mondo paralimpico e il valore dello sport come elemento di inclusione e condivisione».

«I 14 articoli della Carta Etica sono il cuore dello sport – ha concluso Rossano Galtarossa in rappresentanza del CONI Veneto – Nella mia carriera di atleta ho compreso quanto lo sport trasferisca dei valori importanti ma non dobbiamo mai darlo per scontato; per questo il Concorso è un momento importante, perché riesce a fissare con immagini molto forti questi valori fondamentali».

Carta etica dello sport - premiazione 2024
Carta etica dello sport – premiazione 2024

Le premiazioni

60 le scuole delle 7 province venete che hanno inviato i loro elaborati, per un totale di quasi 160 progetti pervenuti suddivisi nei due gli ambiti del concorso: “Disegna a fumetti la Carta Etica” e “Realizza il video della Carta Etica”, a cui si affianca il Premio “Fair Play”, riconoscimento che, su segnalazione dei Comitati regionali Veneto del CONI e del CIP e del USRV, viene assegnato a soggetti che si siano distinti per aver avuto comportamenti ispirati ai valori di lealtà e correttezza, siano essi un singolo atleta, una squadra, un allenatore o anche un gruppo di tifosi, pubblico o studenti.

Tutti i lavori in concorso sono stati accuratamente vagliati da una commissione valutatrice; è stata inoltre istituita la commissione Fair Play che ha selezionato, tra le numerose segnalazioni ricevute, i soggetti da encomiare per aver avuto comportamenti ispirati ai valori di lealtà e correttezza, in linea con i principi della Carta Etica dello Sport.

Ogni commissione giudicatrice è composta dai rappresentanti di: Direzione Beni Attività Culturali e Sport di Regione del Veneto, Unità Organizzativa Sport della Regione del Veneto, CONI, CIP, USR Veneto e UNPLI Veneto, a cui si affiancano un docente/esperto in fumetti e un docente/esperto del settore videomaking per il Concorso “Disegna a fumetti la Carta etica” e “Realizza il video della Carta etica”.

Carta etica dello sport - premiazione 2024
Carta etica dello sport – premiazione 2024

CONCORSO “REALIZZA IL VIDEO DELLA CARTA ETICA”

1° PREMIO: A.S.D. Rosolina Rugby di Rosolina – RO
Titolo del video: Insieme possiamo spostare le montagne!
[Premio 1.000€]

Motivazione della giuria: Pur se con qualche piccolo errore nella regia, le inquadrature curate, l’omogenea e precisa fotografia, insieme ad un montaggio audio/video di buon livello, riescono a coinvolgere lo spettatore, raccontando in modo semplice e sincero il senso di inadeguatezza che ogni ragazzo si trova ad affrontare nel corso della propria crescita e sottolineando come i valori dello sport, la condivisione e lo spirito di squadra possano essere gli strumenti migliori per superare complessi e paure.

PREMIO “FAIR PLAY”

  • ASD PORTO TOLLE 20210 di Porto Tolle (RO)
  • SQUADRA U17 ASD LEONICENA CALCIO A 5 AS 2023
  • GIULIO COSARO, Portiere nazionale calcio a 5 ipovedenti B2-B3
  • SILVIA VECELLIO, Dolomiti Nuoto di Vigo di Cadore (BL)
  • MARCO ARRU, arbitro Fed. It. Scherma Veneto
  • SQUADRE DI BASKET E BASKIN partecipanti al torneo “MEMORIAL ALEKS”
  • CHIARA FRANCHIN di FIR – Veneto Rugby
  • NICCOLÒ BATTISTUZZO e la SQUADRA CAT. PRIMI CALCI 2015 ASD POLISPORTIVA SACCA FISOLA di Venezia.

Lanciato per la prima volta a giugno 2018, e giunto alla 6^ edizione, il concorso intende sottolineare i valori della Carta Etica dello Sport veneto, il documento frutto della Legge Regionale del 2015 riguardante le disposizioni generali in materia di attività motoria e sportiva, basato sui principi di solidarietà, rispetto, inclusione e lealtà.

Valori che i ragazzi veneti hanno di saper tradurre in immagini con grandi capacità artistiche ed interpretative, sottolineando l’importanza del gioco di squadra, della condivisione e della socialità, nel pieno rispetto degli articoli della Carta Etica dello Sport Veneto.

Tutti i lavori premiati saranno inseriti nel nuovo libro insieme alla speciale storia a fumetti di cui i “Gialloblù” dell’Hellas Verona FC saranno protagonisti.

CONCORSO “DISEGNA A FUMETTI LA CARTA ETICA DELLO SPORT”

GRADUATORIA SCUOLE SECONDARIE PRIMO GRADO (MEDIE):

1° PREMIO: Scuola Secondaria di I Grado “G.Pascoli” Sede di Portogruaro” di Portogruaro – VE
Titolo del fumetto: Diamante di ghiaccio
[Premio 1.000€]
Motivazione della giuria: Per l’espressività nei primi piani e l’accuratezza nello stile grafico 

2° PREMIO: Scuola Secondaria di Primo Grado “Pasini Grisetti” di Giacciano con Baruchella – RO Titolo del fumetto: Oltre lo Sport
[Premio 700€]
Motivazione della giuria: Per le scelte stilistiche originali funzionali alla narrazione

3° PREMIO: Istituto Salesiano Enrico di Sardagna di Castello di Godego – TV
Titolo del fumetto: Non solo eroi
[Premio 500€]
Motivazione della giuria: Per l’utilizzo originale del colore

MENZIONI SPECIALI

Scuola Secondaria di I Grado “G.Pascoli” – Sede di Summaga di Portogruaro – VE
Titolo del fumetto: L’amichevole
[Premio 200€]
Motivazione della giuria: Per l’accuratezza del tratto grafico e la sceneggiatura

Scuola Secondaria di I Grado “Bonifacio” di Rovigo – RO
Titolo del fumetto: Finalmente campione
[Premio 200€]
Motivazione della giuria: per il messaggio d’inclusione e la linearità della storia

GRADUATORIA SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO (SUPERIORI)

1° PREMIO: Scuola navale militare “Francesco Morosini” di Venezia – VE
Titolo del fumetto: Sport maestro di vita!
[Premio 1.000€]
Motivazione della giuria: Per lo stile grafico espressivo e curato nei dettagli con ottime scelte di inquadratura che riescono a sottolineare la profondità dei temi trattati

2° PREMIO: Ente di Formazione I.RI.GEM. di Rosà – VI
Titolo del fumetto: Break them down
[Premio 700€]
Motivazione della giuria: Per l’accuratezza del disegno e delle inquadrature funzionali a trasmettere le emozioni della storia

3° PREMIO: ITES “Einaudi Gramsci” di Padova – PD
Titolo del fumetto: Vincere insieme
[Premio 500€]
Motivazione della giuria: Per lo stile grafico espressivo in grado di suscitare nel lettore tutte le emozioni dello sport

MENZIONI SPECIALI
Ente di Formazione I.RI.GEM. di Rosà – VI
Titolo del fumetto: Lo sport rende forti
[Premio 200€]
Motivazione della giuria: Per l’espressività dei personaggi funzionale ad esaltare il messaggio del racconto

IPS Cesare Musatti di Dolo – VE
Titolo del fumetto: Dove l’etica è la strategia vincente
[Premio 200€]
Motivazione della giuria: Per l’originalità della storia in grado di sottolineare al meglio i valori dello sport

GRADUATORIA ASSOCIAZIONI SPORTIVE

1° PREMIO: ASD “Gianesini” di Padova – PD
Titolo del fumetto: Le scarpe cambia-vita
[Premio 1.000€]
Motivazione della giuria: Per lo stile grafico innovativo e professionale e per l’originalità della storia che riesce ad esaltare la resa espressiva del disegno suscitando nel lettore emozioni profonde

2° PREMIO: A.S.D. Atletica Trissino di Trissino – VI
Titolo del fumetto: L’essenza dello sport
[Premio 700€]
Motivazione della giuria: Per la resa plastica e dettagliata del disegno in grado di rendere efficace il racconto

3° PREMIO: 6 Cesti Baskin ASD di Nove – VI
Titolo del fumetto: Tra amici e campioni
[Premio 500€]
Motivazione della giuria: Per lo stile grafico particolare e la resa espressiva delle inquadrature

MENZIONI SPECIALI

ASD Libertas Torreglia di Torreglia – PD
Titolo del fumetto: Insieme siamo più forti
[Premio 200€]
Motivazione della giuria: per il messaggio profondo d’inclusione all’interno della storia

Polisportiva Sovramonte ASD di Sovramonte – BL
Titolo del fumetto: Non solo sport – art.2 art.4 art.7
[Premio 200€]
Motivazione della giuria: Per la narrazione fluida e chiara funzionale al messaggio etico

CONCORSO “REALIZZA IL VIDEO DELLA CARTA ETICA”

1° PREMIO: A.S.D. Rosolina Rugby di Rosolina – RO
Titolo del video: Insieme possiamo spostare le montagne!
[Premio 1.000€]
Motivazione della giuria: Pur se con qualche piccolo errore nella regia, le inquadrature curate, l’omogenea e precisa fotografia, insieme ad un montaggio audio/video di buon livello, riescono a coinvolgere lo spettatore, raccontando in modo semplice e sincero il senso di inadeguatezza che ogni ragazzo si trova ad affrontare nel corso della propria crescita e sottolineando come i valori dello sport, la condivisione e lo spirito di squadra possano essere gli strumenti migliori per superare complessi e paure.

2° PREMIO: ASD San Martino Pallavolo di San Martino Buonalbergo – VR
Titolo del video: Carta etica sport 2023_Pallavolo San Martino
[Premio 700€]
Motivazione della giuria: Il buon livello tecnico, anche se con qualche imprecisione nell’equalizzazione audio, ha portato ad un risultato finale molto piacevole, anche grazie all’idea di mettere in scena la nascita della carta etica, sviluppando un racconto vivace e fresco che attraversa i 14 principi che compongono il documento

Carta etica dello sport - premiazione 2024
ASD San Martino Pallavolo di San Martino Buon Albergo

3° PREMIO: Scuola di Formazione Professionale Ist. “L. Da Vinci” di Belluno – BL
Titolo del video: Il rigore
[Premio 500€]
Motivazione della giuria: Grazie all’ottima la regia, il buon montaggio video ed un sapiente utilizzo di effetti audio per enfatizzare le scene chiave, il video mette efficacemente a confronto due modi completamente opposti di intendere lo sport, evidenziando il rispetto e lo spirito di squadra come valori fondanti di ogni attività sportiva

MENZIONI SPECIALI

USD USMI Basket di Padova – PD
Titolo del video: Menu alla carta
[Premio 200€]
Motivazione della giuria: Ottima l’idea di sviluppare un racconto sui 14 articoli come fossero un menu “tutto da gustare”; la sceneggiatura poteva essere arricchita maggiormente. Molto interessante la scelta di editare i luoghi principali della città associandoli al pallone in movimento.

I.I.S. Andrea Scotton di Breganze – VI
Titolo del video: Credi nei tuoi sogni
[Premio 200€]
Motivazione della giuria: Finalmente qualcuno ha voluto rischiare utilizzando la tecnica dell’animazione in maniera quasi professionale. Molto belli i disegni e lo sviluppo della storia in diverse location virtuali. Per il futuro, il consiglio è di lavorare sulla fluidità dei movimenti (consapevoli che sia un lavoro molto impegnativo) e su una narrazione più coinvolgente. Comunque, molto bravi.

PREMIO FAIR PLAY

ASD PORTO TOLLE 20210 di Porto Tolle (RO)
Per la partita di calcio Bambini “alla pari” – partita amichevole a squadre miste di maschi e femmine del settore giovanile dell’associazione.
Candidatura presentata da Comune Porto Tolle
Motivazione della giuria: per l’impegno profuso nella promozione dei valori etici propri dello sport

SQUADRA U17 ASD LEONICENA CALCIO A 5 AS 2023
Squadra che mette al primo posto il gruppo e l’idea di crescita agonistica con fair play e rispetto dell’avversario. Da due anni risultata come la squadra più corretta del campionato FIGC Regionale U17.
Candidatura presentata da Giulio Cosaro
Motivazione della giuria: per l’impegno profuso nella promozione dei valori etici propri dello sport

GIULIO COSARO – Portiere nazionale calcio a 5 ipovedenti B2-B3
Momento di condivisione con piccolo tifoso inglese in occasione della partita IBSA WORLD GAMES a Birmingham 2023 Campionato del mondo di calcio a 5 per ragazzi ipovedenti b2-b3 finale 5^ posto Italia vs Turchia
Candidatura presentata da FISPIC – Fed. It. Sport Paralimpici per ipovedenti e ciechi
Motivazione della giuria: per aver dimostrato che lo sport è imprescindibile fattore di inclusione sociale ed integrazione popolare

SILVIA VECELLIO di Dolomiti Nuoto di Vigo di Cadore (BL)
Partecipazione dell’associazione ai mondiali amatoriali CSIT a Riccione. Evento storico per i piccoli comuni cadorini che vedono una grandissima percentuale di abbandono sportivo alle scuole medie
Candidatura presentata da Pro Loco Vigo di Cadore
Motivazione della giuria: per l’impegno profuso nella promozione dei valori etici propri dello sport

MARCO ARRU arbitro Fed. It. Scherma Veneto
Persona sempre attenta alle esigenze degli atleti e dei colleghi arbitri, in ogni momento della sua attività
Candidatura presentata da Fed. It. Scherma – Com. Reg. Veneto
Motivazione della giuria: per l’impegno profuso nella promozione dei valori etici propri dello sport
Presenti oggi: Marco Arru, Pietro Arru, Loredana Ballan, Demetrio Raffa, Alberto Spiniella

SQUADRE DI BASKET E BASKIN PARTECIPANTI AL TORNEO “MEMORIAL ALEKS”
Squadre di minibasket, giovanili e baskin. Torneo intitolato alla memoria di Aleks, momento di aggregazione, divertimento, amicizia
Candidatura presentata da Basket Motta
Motivazione della giuria: per l’impegno profuso nella promozione dei valori etici propri dello sport

CHIARA FRANCHIN di FIR – Veneto Rugby
Organizzatori evento a Favaro Veneto – raggruppamenti di atlete/i U12 e U14 di società di rugby con atleti con disabilità cognitive e fisiche con l’integrazione di persone normodotate con la funzione di facilitatori
Candidatura presentata da FIR – Com. Reg. Veneto Rugby
Motivazione della giuria: per l’impegno profuso nella promozione dei valori etici propri dello sport

NICCOLO’ BATTISTUZZO e la SQUADRA CAT. PRIMI CALCI 2015 ASD POLISPORTIVA SACCA FISOLA di Venezia
Gesto di fair play del giocatore e di tutta la squadra durante un torneo a Jesolo. A un passo dalla porta Niccolò ha lasciato il pallone per assistere l’avversario in difficoltà. Con lui tutti i componenti della squadra.
Candidatura presentata da Regione del Veneto – UO Sport
Motivazione della giuria: Soccorrono un avversario in difficoltà rinunciando al goal, mettendo in pratica i principi di lealtà, onestà, spirito di squadra, solidarietà e amicizia

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT