Basket: la Tezenis trionfa 89-68 nella Giornata Gialloblù

La Tezenis Verona torna alla vittoria sconfiggendo la Ferraroni Juvi Cremona 89-68. Con questi due punti la Tezenis si assicura la quarta posizione e guarda con fiducia al match di domenica 21 aprile sul campo di Torino.

Tezenis Verona
Fotoexpress/Pennacchio
New call-to-action

La Tezenis Verona torna alla vittoria sconfiggendo la Ferraroni Juvi Cremona 89-68. Prima parte di gara nella quale Verona subisce le iniziative di Shahid ma trova in Buva ed Udom i due riferimenti offensivi che la porta a chiudere 47-42 all’intervallo. A cavallo di terzo e quarto periodo il decisivo parziale piazzato dai ragazzi di Coach Ramagli che, alzando le mura difensive, possono correre in transizione con ritmo e fluidità. Cinque uomini in doppia cifra guidati dai 23 e 9 rimbalzi di Ivan Buva. Grande impatto anche della coppia Udom – Esposito. Con questi due punti la Tezenis si assicura la quarta posizione e guarda con fiducia al match di domenica 21 aprile sul campo di Torino.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

La partita

Coach Ramagli sceglie il quintetto con Penna, Devoe, Udom, Esposito e Buva. Replica Coach Bechi con Shahid, Cotton, Costi, Tortù e Vincini. Sblocca la gara Buva dalla lunetta, Cremona è fluida offensivamente e si affida a Vincini per portarsi al 6-9 dopo 3’ di gara. Tortù allunga dalla lunetta con il 2/2, lo segue Vincini che schiaccia il +7 ospite. La Tezenis prova a scuotersi con Buva ed Esposito ed aggancia con i 5 punti filati di Liam Udom, 15-15 al 5’. L’ala in maglia numero 27 è l’uomo più in partita dei gialloblù, ne mette altri 3 e Verona sorpassa 18-17. Debutta nel match anche il rientrante Stefanelli, subito impatto positivo dell’ala toscana che prima prende un ottimo sfondamento e poi serve Esposito per l’appoggio rovesciato del 20-17. Stefanelli muove anche il proprio tabellino con 5 punti consecutivi, il periodo si conclude 28-21 per i padroni di casa.

LEGGI ANCHE: Arresto cardiaco in strada a Verona: rianimato con il 118 al telefono

Shahid mette la tripla che apre il secondo quarto, lo imita Benetti ed è -1 Cremona. La Juvi si schiera a zona 2-3, brava Verona a muovere la palla e trovare Vittorio Bartoli che appoggia dal centro area. Shahid impatta a quota 30, Devoe mette i primi punti di serata dall’arco e Buva piazza il semi gancio; il tabellone dice 35-30 a metà secondo periodo. Cremona è coriacea e nel momento più difficile della prima metà di gara piazza il 6-0 che obbliga Ramagli al timeout sul 35-36 con 4’25” da giocare. Devoe interrompe il digiuno gialloblù con un buon fade away e Verona, con il ritorno in campo di Penna, prende le misure alla zona di Coach Bechi. Nell’ultimo minuto del primo tempo Buva dalla lunetta prova ad allungare il break Tezenis, Shahid è letale dai 6,75 ma è il gran canestro di Stefanelli allo scadere manda le squadre al riposo lungo sul 47-42.

Inizio di terzo quarto con polveri bagnate per la Tezenis, Cremona mette in moto il suo leader Shahid ed accorcia a -3. Buva riprende il proprio cammino dalla lunetta, fa 2/2 e riporta Verona a +5 dopo 2’ di gioco. Cotton ed Esposito si scambiano i canestri del 51-46 ma Shahid non accenna a fermarsi e, ben supportato da Tortù e Cotton, riporta la Juvi in vantaggio 53-54. Le squadre si sfidano a viso aperto, Penna è francobollato a Shahid e lo sforzo del Capitano porta la guardia USA a perdere ritmo offensivo. Stefanelli torna nella gara e si dimostra molto aggressivo sui due lati del campo, i tiri liberi del numero 1 e la gran schiacciata di Esposito fanno esplodere il Pala AGSM AIM sul 62-56 del 28’. Verona stringe le maglie difensive e corre in transizione, il diciassettesimo punto personale di Liam Udom obbliga Bechi al secondo timeout sul 65-56 Tezenis. La tripla di Devoe e la schiacciata di Cotton chiudono il terzo quarto, 68-58 con 10 minuti da giocare.

In apertura di quarto periodo la Tezenis, spinta da Vittorio Bartoli e Stefanelli, tocca il +14 sul 74-70 e Coach Bechi esuarisce i timeout chiamando il suo terzo con 7 minuti da giocare nella partita. Udom fa +16 in uscita dal minuto di sospensione, Stefanelli lo segue ed è fuga gialloblù, 78-60 a 6 minuti dal termine. La Juvi tenta una timida rimonta, la difesa di Coach Ramagli è solida e respinge le iniziative di Cotton e compagni. Si entra negli ultimi 5’ di gara con il canestro di Buva dell’80-61. La seconda metà dell’ultimo quarto è pura gestione per gli uomini di Ramagli, c’è gloria anche per Mbacke. Verona vince 89-68 davanti allo splendido pubblico del Pala AGSM AIM.

LEGGI ANCHE: Parte lo sviluppo della Marangona: a breve l’accordo

Il tabellino

Tezenis Verona-Ferraroni Juvi Cremona 89-68 (28-21, 47-42, 68-58)

  • Tezenis Verona: Mbacke, Stefanelli 12, Gazzotti, Gajic, Devoe 17, Esposito 11, Penna, Buva 23, Udom 19, Bartoli V. 6, Bartoli S. 1. All. Ramagli
  • Ferraroni Juvi Cremona: Benetti 5, Cotton 11, Sabatino, Biaggini ne, Virginio 1, Shahid 16, Boni ne, Costi 10, Vincini 6, Tortù 11, Timperi 8, Grassi. All. Bechi