Baroni: «La squadra mi è piaciuta, con questo atteggiamento ce la giochiamo fino all’ultimo»

L'allenatore gialloblù Marco Baroni si dice «soddisfatto per la partita» e aggiunge: «Ora dobbiamo accelerare al massimo per integrare il più velocemente possibile i nuovi».

Marco Baroni
Marco Baroni
New call-to-action

Le dichiarazioni dell’allenatore gialloblù Marco Baroni, rilasciate al termine di Hellas Verona-Frosinone, 22a giornata di Serie A TIM 2023/24.

«Sono soddisfatto della partita. Mi dispiace per i tifosi perché sarebbe stato bello coronare questa prestazione con una vittoria. Non ci siamo riusciti, ma devo ringraziare la squadra per l’atteggiamento, per come ha interpretato la partita e per come sta affrontando le varie difficoltà. Stiamo cambiando pelle, lavoriamo tanto durante la settimana e vedo già dei segnali importanti. È dura, c’è da lottare e noi lavoriamo forte perché tutti ci meritiamo un risultato positivo, in primis i nostri tifosi e poi i ragazzi. Io non ho allenato i giocatori che sono andati via, io li ho allenati tutti. So che ci sono ragazzi che possono darci grandi soddisfazioni e ce le daranno. Ora dobbiamo accelerare al massimo per integrare il più velocemente possibile i nuovi».

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

Baroni aggiunge: «Sono arrivate occasioni importanti. Dispiace il gol che abbiamo preso perché è arrivato su una palla inattiva, loro d’altronde hanno tanta qualità nel mettere in area palloni da calci da fermo. Come ho detto ci dispiace, ma non avevo dubbi che i ragazzi avrebbero saputo reagire, perché vedo la squadra durante la settimana e si allenano forte. Noi non molliamo. Sarà dura ma tutti insieme, con questo atteggiamento e con il sostegno del nostro pubblico, ce la giochiamo fino all’ultimo».

Baroni infine si esprime in merito ai nuovi arrivati. «Noslin è un ragazzo che ci ha subito stupito, per l’intensità e per la disponibilità dimostrata. Si è presentato con il giusto coraggio, l’abbiamo impiegato in una posizione che non è la sua, come punta centrale, ma sapevo che poteva dar loro fastidio. Ho voluto schierare anche gli altri ragazzi perché li dobbiamo conoscere. Tavsan, ad esempio, ha qualità ma deve imparare ad attaccare la profondità e a conoscere velocemente il nostro calcio. Dani Silva e Belahyane sono due centrocampisti di qualità ma che devono entrare soprattutto nei ritmi del calcio italiano. Vinagre è forse quello più pronto perché arriva dal calcio inglese, la Championship, che è un campionato importante, e ha già il ritmo giusto. Davanti a lui, però, in questo momento c’è Cabal, che sapevo sarebbe stato importante e sta facendo ottime prestazioni, e può solo crescere e darci una grande mano».

Ascolta le dichiarazioni di Marco Baroni

LEGGI ANCHE: Vandali a Cadidavid: Comune e comitato cittadini al lavoro

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM