Barak, Ilic e Cetin, tre nuovi acquisti per l’Hellas Verona

In attesa della prossima partita di campionato domenica 4 ottobre alle 15 a Parma, il Verona annuncia nuovi colpi di mercato: Antonin Barak, Ivan Ilic e Mert Cetin.

barak hellas verona

In attesa della prossima partita di campionato domenica 4 ottobre alle 15 a Parma, il Verona annuncia nuovi colpi di mercato: Antonin Barak, Ivan Ilic e Mert Cetin.

«Sono molto contento di essere qui, Verona mi ha convinto fin da subito» ha affermato alla sua conferenza di presentazione due giorni fa il centrocampista Antonin Barak. «Sono molto carico per questa nuova esperienza. Ho grande libertà tattica di spaziare tra il fronte d’attacco e la coppia di centrocampo, ora sta a me dimostrare di poter essere un elemento importante anche in fase realizzativa: lo richiede il mio ruolo».

«Sono molto concentrato sulla mia crescita e sul fare bene con questo gruppo, un sentimento che accomuna tutta la squadra e che può portare a toglierci tante soddisfazioni» continua. «Lo spirito dimostrato contro Roma e Udinese è quello giusto, mentre a livello di gioco abbiamo grandi margini. L’obiettivo è quello di esaltare le caratteristiche di ogni elemento della squadra, per arrivare a riproporre lo splendido gioco espresso nell’ultimo anno dal Verona».

«Mi ha fatto molto piacere, domenica contro l’Udinese, il ritorno dei tifosi allo stadio. La speranza è di poter tornare, gradualmente, alla normalità» conclude. «Ora un altro obiettivo che mi sono prefissato è quello di tornare in Nazionale, il sogno di qualunque calciatore».

Di ieri la presentazione alla stampa del nuovo centrocampista scaligero Ilić. «Ho scelto l’Hellas sia perché è un grande club e gioca in uno dei campionati più importanti del mondo. Essere qui per me è una grandissima esperienza, ma, al tempo stesso, una bellissima occasione» ha commentato.

«Ci vorrà del tempo per adattarmi al livello di calcio che si gioca in Italia, ma darò tutto quello che ho per farcela, lottando sul campo e allenandomi sempre al massimo» ha continuato. «Ho giocato in molti paesi, tra cui l’anno scorso in Olanda. Questo è un grande step per me e il mio percorso, lavorerò sodo per guadagnarmi le mie occasioni, sono molto giovane e posso migliorare tanto. Giocare in Serie A era il mio sogno, e adesso è diventato realtà».

«Penso che mister Juric sia un grande allenatore e il fatto che parli la mia lingua è fondamentale per il mio inserimento» ha proseguito. «Sono un centrocampista centrale mancino, ma se posso aiutare la squadra lo farò in qualsiasi ruolo. In campo metto sempre grande cuore e voglia di vincere, e penso di poter migliorare tutte le mie attuali caratteristiche, vista la mia giovane età. Ora che sono qui, uno dei miei obiettivi è quello di arrivare a vestire la maglia della Nazionale maggiore».

Oggi alle 16 infine è stato presentato il difensore Mert Cetin. «La Società mi ha fortemente voluto, e la cosa mi ha ovviamente inorgoglito e stimolato molto. Essere qui è una bella occasione per migliorarmi e mettermi in mostra. Per tutti questi motivi ho scelto l’Hellas» ha commentato. «Sono un difensore tenace e agonisticamente aggressivo. Penso di avere le caratteristiche giuste per il gioco di Juric: sono un lottatore, spirito che appartiene a tutta la squadra».

«Un ottimo punto di partenza non aver concesso gol sinora, ma non dobbiamo adagiarci perché possiamo e dobbiamo ancora crescere e migliorare» continua. «Ero molto emozionato dell’esordio alla prima giornata contro la Roma, la mia “ex” squadra. Ma ora la testa è domenica a Parma. Noi scenderemo in campo per provare a vincere. E sarebbe fantastico consegnarci alla sosta a punteggio pieno».