Il “Grande arrivo” del Giro d’Italia 2022 sarà in Arena, con la crono sulle Torricelle

Nel 2022 Verona ospiterà la chiusura del Giro d'Italia per la quinta volta. Passerella in Arena al termine della cronometro conclusiva sulle Torricelle.

arrivo del giro d'italia 2022 Verona Arena
Foto Giro d'Italia

L’arrivo del Giro d’Italia 2022 sarà a Verona

Svelato ufficialmente oggi l’arrivo del Giro d’Italia 2022: sarà a Verona, precisamente in Arena, con una tappa a cronometro sulle Torricelle. Un classico del ciclismo nostrano, che torna ad accendere l’entusiasmo degli appassionati veronesi.

Negli scorsi giorni gli organizzatori hanno svelato, a tappe, in pieno stile grande giro, il percorso 2022 della gara. Dalla partenza in Ungheria, con le prime tre frazioni, ai tapponi per scalatori (Blockhaus, Mortirolo e Aprica, le Dolomiti con Passo San Pellegrino, Pordoi e Fedaia), fino al grande arrivo di Verona, con la passerella in Arena per i ciclisti all’ultima tappa. Al termine, come da tradizione, di una cronometro individuale.

I precedenti sono stati nel 1981, 1984, 2010 e 2019, con le incoronazioni finali in maglia rosa di Battaglin, Moser, Basso e Carapaz.

«Un sogno che si avvera per la seconda volta in quattro anni» ha commentato il sindaco di Verona Federico Sboarina. «Dopo il grande evento del 2019, ospitare nuovamente il gran finale del prossimo Giro d’Italia con l’arrivo in Arena è motivo di enorme orgoglio per Verona. A detta di tutti è la cornice più scenografica per concludere la ‘regina’ delle gare ciclistiche e la nostra città è pronta ad accogliere la carovana rosa».

«Ancora un grande Giro, grazie Giro! Grazie per aver scelto ancora le strade venete per celebrare tappe intense e tecnicamente spettacolari, fino all’arrivo all’Arena di Verona, passando per siti Unesco che sono il nostro orgoglio» ha detto il presidente della Regione Veneto Luca Zaia. «La collaborazione con il Direttore Vegni e il suo staff è stata ancora una volta perfetta e la grande passione veneta per le due ruote potrà vivere altre tappe ricchissime di spunti sia tecnico-sportivi, sia di valenza storica e culturale per i territori attraversati».

Il percorso della 105^ edizione è composto da 7 tappe per velocisti, 6 di media montagna, 6 di alta montagna e 2 cronometro individuali. 3410,3 chilometri da percorrere e quasi 51mila metri di dislivello.

Vedremo quali saranno le scelte del beniamino di casa Elia Viviani che, dopo un ricco 2021 e lo sguardo alle prossime Olimpiadi, ha da poco cambiato squadra.

Messina, Scalea, Reggio Emilia, Cuneo e Treviso sono gli arrivi in volata adatti al campione di Oppeano.

Il Campione del Mondo a cronometro Filippo Ganna ha commentato: «Il Giro d’Italia 2021 è partito in Rosa per me a Torino e finito in Rosa per il team con Egan Bernal: sarebbe bello ripetersi anche l’anno prossimo. Dopo la volata della prima tappa, probabilmente chi conquisterà la crono di Budapest porterà la Maglia Rosa per qualche giorno. Poi la crono finale con l’arrivo all’Arena di Verona sarà spettacolare oltre che naturalmente decisiva per incoronare il vincitore della Corsa Rosa 2022. Sarà un Giro molto interessante».

CALCIO: TUTTI I RISULTATI IN TEMPO REALE, DALLA SERIE A AI DILETTANTI

La descrizione della tappa delle Torricelle

17.1 km – dislivello 280 m

Frazione a cronometro sul Circuito delle Torricelle (dei Mondiali) percorso in senso antiorario. Prima parte per vialoni rettilinei e molto larghi. Poi salita attorno al 5% con alcuni “scalini” e con carreggiata un po’ più stretta. Dopo GPM e cronometraggio intermedio in vetta alla salita seguono 4 km di discesa veloci. Ultimi 3 km lungo le vie cittadine con alcune curve impegnative. Arrivo in Piazza Bra e nell’Arena di Verona.

LEGGI ANCHE: Zaia: «Restiamo zona bianca, ma c’è incremento del contagio»

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM