Alessandro Pontarollo è il nuovo mister dell’AC ChievoVerona

Presentato alla stampa ieri, 10 giugno, il nuovo allenatore del ChievoVerona, primo tassello della nuova corte di Pellissier.

AC Chievoverona conferenza stampa, presentazione A.Pontarollo

Di Martina Scrimali

Presentato in conferenza stampa, lunedì 10 giugno, il nuovo allenatore dell’AC ChievoVerona. Il nuovo mister Alessandro Pontarollo è determinato a portare in alto la nuova maglia biancoazzurra. Classe 1980, Pontarollo, è cresciuto nel settore giovanile dell’Atalanta. Il suo percorso da calciatore termina nel 2015 e nello stesso anno inizia la sua carriera da allenatore nel Valbrenta, portando la squadra in Eccellenza.

 Il primo vassallo alla corte di Pellissier ha ben chiari quali sono gli obiettivi per ricostituire la squadra: «Chi verrà a indossare questa maglia dovrà comprendere che indossa una maglia prestigiosa. Per questo dovrà dimostrare ambizione, voglia di raggiungere determinati risultati, lottare e sudare con la maglia dell’AC ChievoVerona per portarla più in alto possibile – commenta Alessandro Pontarollo – L’obiettivo è anche quello di costituire una squadra dinamica, veloce e aggressiva, capace di sfruttare gli spazi e coordinata da una solidità difensiva. Obiettivi che fanno parte di tutte le squadre che vogliano fare un campionato importante». 

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

Presente alla conferenza anche il presidente dell’AC Chievoverona Sergio Pellissier, che ha commentato la presentazione del nuovo mister biancoazzurro: «Alessandro Pontarollo è una persona preparata e ambiziosa, desidera ottenere tanto dalla sua squadra e dal suo lavoro. Le priorità che ci siamo prefissati, insieme al direttore sportivo Francesco Sacchetto, sono sicuramente ottenere dei risultati migliori rispetto allo scorso anno e portare in alto lo stemma dell’AC ChievoVerona».

Guarda l’intervista al mister Pontarollo

«Provo una grande emozione nel rivestire questo ruolo – ribadisce il mister Pontarollo – Arrivo in una società importantissima con un passato brillante e di altissimo livello. Ho l’onore di essere il timoniere di questa squadra, e ho il compito di portare i suoi colori in alto, dove meritano di essere». 

Ai tifosi biancoazzurri non resta che attendere l’arrivo degli altri membri alla corte di Pellissier.

LEGGI ANCHE: DDL Autonomia, arriva il via libera della Camera: è legge