Al Bentegodi arriva il Napoli, Juric: «Dovremo giocare la nostra miglior partita»

Nell'ultima giornata del girone di andata del campionato, l'Hellas ospita il Napoli al Bentegodi. Nonostante la sconfitta di Bologna, bilancio molto positivo delle prestazioni della squadra per il tecnico Juric.

Voglia di riscatto per l’Hellas Verona che, domenica alle 15 contro il Napoli, cercherà l’impresa al Bentegodi dopo la sconfitta di Bologna. La gara è l’ultima del girone di andata del Campionato.

«Il Napoli è una grandissima squadra, capace di fare moltissimo gol, un potenziale immenso. A volte sprecano occasioni però. La chiave tattica quindi per noi è fare la nostra miglior partita, rischiare, cercando di vincere, giocando con coraggio» afferma Juric in conferenza stampa. «Questo primo periodo del campionato non è stato facile, tra infortuni, nuovi giocatori e conseguenze del covid, ma abbiamo fatto tante belle cose. Adesso ci stiamo stabilizzando, vediamo cosa saremo capaci di fare. Il bilancio è eccezionale però».

Le possibilità sono molte con i giocatori in rosa, soprattutto in attacco. «In certe partite si può anche giocare con due punte, in altre no, la mia scelta si basa sempre sulla tattica e sulla partita. Nel frattempo Tameze ha recuperato, mi auguro che possa giocare. Ceccherini ha cominciato a fare qualcosa ma non è al massimo. Pavel è nella mia testa più un’emergenza, quindi non è detto che lo faccia giocare. Vorrei comunque che i miei giocatori avessero continuità di prestazione».

LEGGI ANCHE Scaligera Basket, arriva la JB Novipiù Monferrato

Alcune perplessità sulle voci che vedono l‘interesse del Napoli per Zaccagni. «A me non piacciono queste situazioni, è mancanza di rispetto verso la Società. Per ora lui è un nostro giocatore. Penso che Zaccagni sia troppo intelligente per lasciarsi influenzare da queste voci. Ma nemmeno io ne sarò influenzato».

Alcuni dubbi ancora per la formazione. «Lazovic mi è piaciuto in mezzo, poi giocherà Faraoni. Davanti ancora non so, devo vedere domani in allenamento».