Abbraccio americano alla Nazionale: stasera Italia-Venezuela

Grande calore negli Stati Uniti per la Nazionale Italiana, che questa sera in Florida affronta in amichevole il Venezuela. Fischio d’inizio alle 22.

L'incontro della Nazionale con i tifosi a Miami. Photo by Claudio Villa/Getty Images
L'incontro della Nazionale con i tifosi a Miami. Photo by Claudio Villa/Getty Images

«Si va a ricevere l’affetto dei nostri connazionali, a cui dobbiamo tantissime cose». Lo aveva detto Luciano Spalletti prima della partenza per gli USA, consapevole dell’amore incondizionato per la Nazionale che nutrono i milioni di italiani che vivono negli Stati Uniti.

Ieri, a margine dell’allenamento effettuato al centro sportivo del CF Miami alla vigilia dell’amichevole con il Venezuela, i calciatori azzurri guidati dal Ct e l’intera delegazione sono stati festeggiati da un nutrito gruppo di tifosi locali e ospiti dei partner adidas e ITA Airways. Il ‘meet and greet’ è stato promosso dalla Lions Sport, l’agenzia che organizza le due gare amichevoli in terra statunitense.

LEGGI ANCHE: Pedone investito in viale del Lavoro, è grave

Nella club house del centro sportivo, il gruppo azzurro al completo si è intrattenuto a lungo con gli ospiti, firmando centinaia di autografi, posando per foto e selfie e dando vita a divertenti sfide a ping pong e biliardo con alcuni dei partecipanti. Una giornata che resterà scolpita per sempre nella memoria dei tifosi, grandi e piccoli, giunti da ogni parte della Florida per conoscere i propri beniamini.

E all’allenamento della Nazionale si sono affacciati anche due ex Azzurri come Amauri e Matteo Ferrari, mentre altre due colonne dell’Italia di ieri, Paolo Maldini e Fabio Cannavaro, sono attesi stasera sugli spalti del Chase Stadium in compagnia di Jannik Sinner.

LEGGI ANCHE: Autovelox a Verona, ecco dove sono dal 22 al 28 aprile

Il pre-partita di Italia-Venezuela

La Nazionale è pronta a scendere in campo nella prima delle due amichevoli negli States: avversaria, alle 22 di oggi (diretta Rai 1) al ‘Chase Stadium’ di Fort Lauderdale (l’impianto che ospita le gare interne dell’Inter Miami), la ‘Vinotinto’, mai affrontata nella storia. Un’occasione, come ribadito da Luciano Spalletti già nella conferenza stampa a Roma prima della partenza per l’America, per valutare il gruppo a meno di tre mesi dall’appuntamento con EURO 2024.

«Ormai c’è questa apertura a essere calciatori e squadre che sanno interpretare più moduli e sistemi di gioco: per questo dobbiamo fare qualcosa di moderno – le parole del Ct nella conferenza stampa che ha preceduto l’allenamento di rifinitura all’Inter Miami Training Complex -. Prima avevamo poco tempo a disposizione e rimanevamo su un certo sistema: ora avendo questo spazio per due amichevoli si può provare qualcosa di altro. Io sto dedicando alla Nazionale tutto l’impegno e il tempo possibile, poi saranno i risultati a fare la differenza. La scelta di giocare contro queste avversarie è una scelta di crescita, anche perché troveremo avversarie (domenica c’è l’Ecuador, ndr) che ci metteranno a dura prova».

Spalletti avrà a disposizione queste due amichevoli, le due di giugno contro Turchia (martedì 4 giugno a Bologna) e Bosnia ed Erzegovina (a Empoli, domenica 9) per fare le sue scelte: «Saremo attenti a queste amichevoli, agli allenamenti e alle partite delle squadre di club, vedremo qualcuno di nuovo. Avendo il bisogno di creare sempre roba più forte, si vanno a fare queste prove e poi ci si portano via i risultati».

LEGGI ANCHE: Passaporto in provincia di Verona: si può fare anche in 7 uffici postali