A Colognola ai Colli la pallacanestro scende in campo su due ruote

L'Olympic Basket Verona si fa promotore del primo torneo di pallacanestro in carrozzina interscolastico. L'organizzatore Michele Zilocchi: «Vogliamo sensibilizzare i giovani alla tematica della disabilità e dare visibilità al nostro movimento».

Basket in carrozzina
Un momento di un incontro nelle scuole

Una data da segnare col cerchio rosso sul calendario. Il 23 marzo in quel di Colognola ai Colli si scriverà un piccolo pezzo di storia sportiva locale (e non solo): il Comune dell’Est veronese sarà teatro del primo torneo nazionale interscolastico di basket in carrozzina

A promuovere l’evento è l’Olympic Basket Verona, punto di riferimento territoriale della pallacanestro su sedia a rotelle, che, oltre a veicolare un messaggio estremamente nobile, si propone come scopo anche quello di dare visibilità ad un movimento che gode di ampio seguito a livello italiano. «Pratico questa disciplina da undici anni – commenta Michele Zilocchi, organizzatore della manifestazione – e da sei anni gioco per l’Olympic Basket Verona. Personalmente non soffro di alcuna disabilità e faccio lo stesso parte della squadra in quanto è possibile integrare ogni roster con un giocatore normodotato in campo e uno in panchina. Ci alleniamo a Quinto di Valpantena e da qualche anno pubblicizziamo la nostra attività nelle scuole, invitando globalmente dai duemila ai tremila ragazzini a provare le nostre carrozzine. Questo in primis per sensibilizzare le nuove generazioni ad una tematica della disabilità spesso non trattata a dovere: le persone portatrici di handicap talvolta si chiudono in casa per paura di scontrarsi con la realtà esterna. Coi nostri sforzi vogliamo fare in modo che questo non accada». 

La squadra dell’Olympic Basket Verona

Quattro classi di scuole «medie», un unico obiettivo. Zilocchi è passato poi ad illustrare nel dettaglio le caratteristiche dell’iniziativa. «Siamo in un certo modo un “unicum” in ambito nazionale – prosegue – in quanto abbiamo creato il primo confronto interscolastico dedicato al settore. Il 23 marzo degli autobus preleveranno delle classi di terza media con le quali abbiamo già lavorato durante l’anno provenienti dagli Istituti di Lazise, Castelnuovo e Caldiero – una “terza” della scuola di Colognola sarà già presente nella sede del quadrangolare – e, giunte in loco, inizierà la sfida».

Ma non è tutto qua. «La vincente di questo torneo all’italiana sfiderà una nostra rappresentativa giovanile – conclude Zilocchi – e sarà presente a bordocampo ad un’amichevole dell’Olympic Basket. Speriamo che oltre ai momenti di sport i ragazzi facciano propri dei concetti molto importanti».