Torna InVigna, picnic tra i filari per promuovere l’enoturismo veronese

È stata presentata lo scorso venerdì la seconda edizione di InVigna, il progetto di promozione enogastronomica territoriale attraverso degustazioni tra i filari. L'evento toccherà 16 cantine, a partire da stasera, con l'appuntamento già sold out alla cantina Montecariano di San Pietro in Cariano.

picnic InVigna

È stata presentata venerdì 28 maggio nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, la seconda edizione di InVigna, progetto enoturistico che toccherà 16 cantine in 11 comuni scaligeri e uno bresciano.

Sono intervenuti: Manuel Scalzotto, Presidente della Provincia; Filippo Rigo, Consigliere e membro della commissione Agricoltura della Regione del Veneto; Piergiovanni Ferrarese, Presidente Giovani di Confagricoltura Verona; Alex Vantini, Delegato Provinciale di Giovani Impresa di Coldiretti Verona e le ideatrici del progetto, Chezia Ambrosi e Chiara Lavarini.

Un momento della presentazione di venerdì 28 maggio.

InVigna proporrà picnic tra i vigneti, allestiti con luci, coperte e cassette di legno, accompagnati dai vini della cantina ospitante. L’obiettivo è promuovere le eccellenze enogastronomiche dei territori. Quindi, oltre ai calici scaligeri, anche salumi, formaggi, frutta e pasticceria dei produttori locali. Durante gli eventi si terranno, inoltre, dei piccoli concerti, il tutto all’aria aperta e nel rispetto delle indicazioni delle normative anti-Covid, con stoviglie monouso in materiale compostabile.

Anche questa edizione, inoltre, proporrà la possibilità di accreditarsi per una degustazione in cantina prima dell’inizio del picnic, per scoprire la storia delle aziende vitivinicole coinvolte nel progetto.

Il primo appuntamento è fissato per stasera, domenica 30 maggio, alla cantina Montecariano di San Pietro in Cariano (già al completo), mentre la rassegna si chiuderà il 5 settembre con l’unica tappa fuori provincia, alla cantina Selvacapuzza di Desenzano del Garda.

Il giorno del picnic a ogni partecipante verrà consegnato un cestino con prodotti tipici e assegnato un posto all’interno del filare. Per gli accrediti visitare il sito di InVigna.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Manuel Scalzotto, Presidente della Provincia

«Ritengo che questo progetto possa incontrare la necessità di tanti cittadini di ricominciare a vivere nuove esperienze, di alleggerire la pressione di questi lunghissimi mesi di pandemia. Un ripartire dal territorio della provincia, dalle produzioni locali, all’aperto e in relazione con altre persone e il paesaggio».  

Filippo Rigo, Consigliere della Regione del Veneto

«Verona è una delle capitali mondiali del vino e il Veneto ci tiene a mettere in mostra il suo eccellente territorio. La marcia in più di questi eventi è l’apporto organizzativo fondamentale dei giovani, in cui credo molto perché contribuiscono con idee nuove, fresche, alle attività di promozione». 

Piergiovanni Ferrarese, Presidente Giovani di Confagricoltura Verona

«Nel 2020 hanno partecipato oltre duemila persone e crediamo in buoni risultati anche quest’anno. Soprattutto dopo questi mesi di emergenza, sarà forte la voglia di stare insieme, nel verde, a stretto contatto con la natura, seduti nei vigneti, a scoprire storie, le aziende e le persone che le caratterizzano».

Alex Vantini, Delegato Provinciale di Giovani Impresa di Coldiretti Verona

«Una rassegna importante poiché propone alle nuove generazioni le caratteristiche della nostra tradizione rurale: il buon cibo, il buon vino, la convivialità. E ritengo sia fondamentale trasmettere e raccontare questa cultura ai giovani». 

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM