Tocatì: al via la 10^ edizione dei giochi di strada

VERONA – Da venerdì 21 a domenica 23 settembre torna nelle vie e nelle piazze del centro di Verona il Tocatì, Festival Internazionale dei giochi di strada, promosso dall’Amministrazione comunale di Verona in collaborazione con l’Associazione Giochi Antichi. L’evento, giunto alla 10^ edizione, è stato presentato dagli assessori allo Sport Marco Giorlo e al Turismo Enrico Corsi, insieme al presidente dell’Associazione Giochi Antichi Paolo Avigo e al vicepresidente Giuseppe Giacon. Presenti anche l’assessore provinciale alla Cultura Marco Ambrosini, il presidente della commissione consiliare Cultura del Comune Rosario Russo, il presidente della 1ª Circoscrizione Daniela Drudi, il comandante della Polizia municipale Luigi Altamura, il presidente di Agec Michele Croce insieme a molte altre figure di rilevanza dell’ambiente veronese.

Il Festival si aprirà con la cerimonia di inaugurazione venerdì 21 settembre alle 18 in piazza Santa Anastasia. «Un ringraziamento agli organizzatori del Festival e a tutte le persone che, da dieci anni, dedicano impegno e passione per la realizzazione di quest’iniziativa straordinaria» ha detto Giorlo «è grazie a loro che il Tocatì è diventato una momento di festa partecipato da tutta la città».
«Il Tocatì è cresciuto negli anni in termini di pubblico e di successo» ha aggiunto Corsi «diventando a pieno titolo un evento di riferimento per la città di Verona, con ricadute positive sia per il turismo che per le attività commerciali».
«<Bold>Affinchè la manifestazione si svolga nel migliore dei modi» ha spiegato Altamura «come ogni anno si rendono necessari provvedimenti viabilistici che limitano la circolazione e impongono divieti di sosta; l’invito» aggiunge Altamura «è quello di raggiungere i luoghi del Tocatì con i mezzi pubblici o a piedi, lasciando le auto nei parcheggi cittadini».

All’edizione 2012 parteciperanno tutti i Paesi europei che hanno preso parte al Festival con un’edizione a loro dedicata: Spagna (2006), Croazia (2007), Scozia (2008), Grecia (2009), Svizzera (2010). Quest’anno il Festival adotterà una formula innovativa, assegnando a ciascun Paese europeo un luogo del centro storico che, grazie alla collaborazione di Ambasciate, Enti Turistici e Istituti Culturali, ospiterà cultura e tradizione di ciascun territorio.

Tra le novità della 10^ edizione: la “Festa a ballo”, che si svolgerà sabato 22 settembre a partire dalle 20.30 in piazza Santa Anastasia, in cui si balleranno danze tipiche come le gighe, le mazurke, i valzer, le manfrine e le quadriglie; in piazza dei Signori spettacoli e lezioni di danza greca e scozzese; nelle serate di venerdì e sabato la piazza ospiterà i concerti dei gruppi di musica tradizionale dei Paesi ospiti. I giochi tradizionali dei Paesi europei selezionati comprendono attività spettacolari come: Salto del Pastor (Spagna), Kispetia (Grecia), Kelgen (Svizzera), Hand Bà (Scozia- Gran Bretagna), Prevrtanje (Croazia). Significativi anche i giochi tradizionale italiani, tra cui Barandello (Emilia Romagna), Corsa con la Cannata (Lazio), Fionde (Friuli), Pljo&#269;ke (Molise), Punta e Cul (Marche), Slitte della legna (Trentino), Tir de Cidulis (Friuli), Tòtara (Toscana),Trucco da Terra (Liguria), Fiolet (Valle d’Aosta). Numerose anche le occasioni di approfondimento con conferenze, incontri (all’Auditorium del Forum della Cultura Ludica in Cortile Mercato Vecchio e in Biblioteca civica), e la mostra “Long Playing – in gioco da dieci anni”, allestita negli spazi dell’ex chiesa di San Giorgetto, in cui saranno esposte le immagini che testimoniano i giochi che si sono succeduti negli anni. Un’ampia area sarà dedicata ai bambini: associazioni e istituzioni che si occupano di gioco per professione (ludoteche, ludo bus, animatori, esperti di didattica museale) saranno presenti con laboratori di gioco e spettacoli.
Per ulteriori informazioni www.comune.verona.it. e www.tocatì.it .

La Redazione