This is Manifesto, la violenza contro le donne raccontata al cinema

This is Manifesto, il cortometraggio del veronese Alberto Rizzi, sbarca a al cinema. Nel mese di marzo, infatti, molte sale italiane hanno deciso di proiettarlo per sensibilizzare sul tema della violenza contro le donne. A Verona il corto è già in proiezione al K2 dallo scorso weekend e lo sarà fino al 13 di marzo.

This Is Manifesto
Un frame da This Is Manifesto
New call-to-action

Il cortometraggio This is Manifesto arriva al cinema

This is Manifesto, il nuovo cortometraggio scritto e diretto da Alberto Rizzi, sarà proiettato in alcuni selezionati cinema italiani in occasione del mese di marzo e della Giornata internazionale dei Diritti della Donna. A Verona il Cinema Kappadue proietterà nella sua sala This is Manifesto tutte le sere fino al 13 marzo prima del film delle 21.

Il supporto di Lucia Botturi

«È bello constatare come esista una volontà comune nel diffondere messaggi di civiltà – spiega Lucia Botturi, titolare del Circuito Cinema Verona (Kappadue, Fiume, Diamante, Pindemonte) -. Il cinema è un amplificatore per il messaggio potente e attuale del cortometraggio di Alberto Rizzi. Sul grande schermo This is Manifesto diventa uno schiaffo ancora più forte. Non si possono ignorare parole di insulto contro le donne che ci siamo abituati a classificare come normali, accettabili e meritate».

«Per me – aggiunge Botturi –  è stato immediato pensare di proiettarlo al cinema. Siamo a disposizione del talento e a sostegno delle battaglie che la società chiede». 

LEGGI LE ULTIME NEWS

Alberto Rizzi This is Manifesto
Il regista Alberto Rizzi

La trama

Il cortometraggio, duro, spiazzante e brutale, è stato pubblicato sui canali social di Ippogrifo Produzioni lo scorso 30 gennaio e ha riscosso grande attenzione. In scena un uomo comune, “pulito”, dall’aspetto rassicurante. Il protagonista si rivolge però allo spettatore e alla sua compagna con una sequenza serrata di luoghi comuni sulla donna e sul femminile. Apparentemente innocui ma terribilmente violenti. E lei, la compagna, è lì, al suo fianco, immobile, statuaria, impassibile. Il montaggio incalzante crea così un manifesto destabilizzante e disturbante per lo spettatore. A lui è dunque rimandato ogni giudizio.

Il cast

Protagonista è Diego Facciotti. L’attore veronese ha già condiviso con Rizzi numerose esperienze di cinema e di teatro. Negli ultimi anni si è messo in luce grazie alla partecipazione a numerosi film tra i quali spicca il suo ruolo ne L’uomo del Labirinto. Accanto a lui la modella Alice Daniele.

Il resto dello staff

Correda la produzione inoltre la collaborazione e la fotografia di Alessandro Zonin, affermato Direttore alla Fotografia. Al suono, in presa diretta, sarà invece Davide Saggioro. Le musiche originali sono di Marco Ciscato. La make up artist è Anna Penazzo. Produzione di Barbara Baldo.

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM