The Klezmatics: musica da Grammy Awards

Identità e misticismo combinati allo spirito del nostro tempo, per restituire sensibilità contemporanea al suono della tradizionale musica delle feste ebraiche. Sono considerati gli ideatori di un innovativo klezmer i giovani musicisti del Lower East Side di New York che compongono la band The Klezmatics, in concerto domenica 22 luglio (alle 21) a Tregnago per il quinto appuntamento della rassegna Voci e Luci in Lessinia.

Ad accogliere il quintetto di artisti provenienti dagli States, l’ex Cementificio della Val d’Illasi: sito industriale recuperato a cornice suggestiva per ospitare l’incontro tra la musica delle feste ebraiche dell’Est-Europa con l’avanguardia classica, pop, folk, rock, jazz. Con Wonder Wheel, The Klezmatics hanno conquistato tra l’altro il prestigioso Grammy Award 2007 per il miglior album di world music contemporanea. È una raccolta di liriche dell’icona folk Woody Guthrie: menestrello americano e padre della canzone di denuncia, del quale il 14 luglio scorso si è festeggiato il centenario dalla nascita, che è stato fonte d’ispirazione per grandi musicisti come Bob Dylan e Bruce Springsteen.

Per gli appassionati, i cinque musicisti newyorchesi sono simbolo di quel klezmer che fonde le tradizioni askenazite con le influenze dell’avanguardia jazz più tipiche del nuovo continente. Musica di festa che celebra la natura estatica delle sonorità yiddish e crea sonorità di volta in volta riflessive, ballabili, liberatorie. Per questo, dal loro esordio datato 1986, i Klezmatics sono considerati i creatori di un nuovo klezmer nel quale si mescolano avanguardia classica e pop, folk e rock, jazz e heavy metal.

Sul palcoscenico tra Europa, Nord e Sud America, le esibizioni della band americana registrano sempre il tutto esaurito. Ai concerti si aggiungono le apparizioni a importanti festival quali il Womad di Peter Gabriel, Jazz di Montreal, Folk di Philadelphia e Klezmer di Safed in Israele. Tra i progetti, il gruppo newyorchese annovera varie collaborazioni: dal virtuoso del violino Itzhak Perlman alla cantante israeliana Chava Alberstein, dal poeta Allen Ginsberg all’attore Robin Williams e con artisti quali Elliot Sharp, John Zorn, Marc Ribot, gli ex Led Zeppelin Robert Plant e Jimmy Page, i membri del Flying Karamazov Brothers.

Ingresso 10 euro. Apertura biglietteria alle 20. In caso di maltempo il concerto si terrà, sempre alle 21, nel Teatro Tenda dell’ex Cementificio. Per informazioni: Ufficio Iat Lessinia di Bosco Chiesanuova, telefono 045.7050088, email <mail=’mailto:info@vocielucinlessinia.it’>info@vocielucinlessinia.it</mail>, sito <link=’http://www.vocieluciinlessinia.it’ class=’_blank’>www.vocieluciinlessinia.it</link>

Marta Bicego