Verona in Love. Città in festa per San Valentino

Da giovedì 13 a domenica 16 febbraio, il palazzo della Gran Guardia sarà illuminato di rosso e su palazzo Barbieri sarà realizzata una proiezione dinamica luminosa con motivi a cuore. In più tra via Mazzini e via Cappello saranno accesi 40 cuori luminosi, mentre le luminarie vestiranno di luce piazza Erbe. L’intervento è realizzato grazie ad Agsm Lighting.

La città si illumina per San Valentino. In occasione della festa degli innamorati, torna “Verona in Love – Se ami qualcuno portalo a Verona”, con quattro giorni di eventi dedicati all’amore. Da giovedì a domenica, la celebre manifestazione dedicata agli innamorati animerà il centro città con concerti, appuntamenti, tour enogastronomici e spettacoli. Verona in Love sarà aperta dal Lady Day, lo spettacolo di musica, danza e teatro in programma giovedì 13 in piazza dei Signori, durante il quale sarà presentata la campagna contro la violenza di genere “Questo non è amore”.

Tra i protagonisti di Verona in Love ci sono i Musei Civici con iniziative dedicate alle coppie. Nei giorni della manifestazione sarà possibile entrare in tutti i musei civici pagando in uno, ma entrando in due. In più, i musei offriranno un ricco programma di visite guidate gratuite. Per l’occasione anche la Torre dei Lamberti e la stazione di monte della funicolare saranno illuminate di rosso. E dal giorno di San Valentino a domenica, la funicolare prolungherà il servizio fino alle 20.30 dando l’opportunità (solo il 14 febbraio) di gustare l’aperitivo dalla terrazza del bar. Sabato 15 febbraio, alle 11, la Biblioteca Civica ospiterà, in sala Farinati, il premio di poesia “La carezza di un verso” organizzata da Fidas Verona.

I quattro giorni di eventi sono stati presentati, questa mattina a palazzo Barbieri, dall’assessore alla Cultura e alle Pari opportunità Francesca Briani e da Alessandra Biti, presidente di Studioventisette che si è aggiudicato il bando per l’organizzazione dell’evento. Presenti i rappresentanti dei partner e degli sponsor della manifestazione, il presidente di Agec Roberto Niccolai, il vicepresidente di Amt Gianluca Soldo, la delegata del rettore alla Valorizzazione del patrimonio culturale Olivia Guaraldo, la portavoce del questore Vanessa Pellegrino, l’artista Massimo Bubola, il direttore artistico di Verona in Love Alessandro Formenti, il direttore del Consorzio Bardolino e Chiaretto di Verona Angelo Peretti e il direttore risorse umane di Agsm Diego Cossu. Partner della manifestazione anche Agsm Lighting, presieduta da Filippo Rigo.

«La nostra città – ha detto l’assessore Briani – è per antonomasia la capitale dell’amore. Verona in Love si conferma una delle manifestazioni di punta della nostra città che, quest’anno, torna in veste rinnovata. Come sempre un ricco programma di appuntamenti coinvolge le istituzioni, i Musei Civici, l’università e la questura, assieme a un gran numero di partner. Il cartellone propone iniziative che comprendono la cultura e l’arte e poi gli spettacoli, la musica, l’enogastronomia e la scoperta della città, il tutto con l’obiettivo di celebrare questo straordinario sentimento che è l’amore. Ma non finisce qui perché dal 22 febbraio torna la nuova edizione di ‘Schermi d’amore’, altro evento di altissimo livello».