Teatro amatoriale, i titoli della stagione 2019-2020

La rassegna è stata presentata oggi dall’assessore alla Cultura Francesca Briani insieme ai rappresentanti di tutte le compagnie teatrali in cartellone.

camploy teatro

Torna al Camploy la nuova Stagione Teatrale Amatoriale promossa dall’assessorato alla Cultura. Sul palco, dal 19 ottobre al 26 aprile, per 48 serate, un fitto calendario di appuntamenti, con l’esibizione di 24 compagnie per 25 spettacoli, e la proposta di 4 titoli inediti. Ad aprire la rassegna il gruppo teatrale La Bugia, con ‘Per interposta persona’, in programma sabato 19, alle ore 21, e domenica 20 ottobre, alle 16.30.

Il secondo appuntamento è per sabato 2 e domenica 3 novembre, con ‘Cena a sorpresa’ della compagnia Lavanteatro. Gli spettacoli si succederanno per tutti i fine settimana di novembre: il 9 e 10, con ‘Jena Ridens’ del gruppo Armathan Teatro; il 16 e 17, con ‘Le pillole di Ercole’ della compagnia La Maschera; il 23 e 24, con ‘Te rangito… o feto da solo’ di Tiraca.

Ad aprire gli appuntamenti di dicembre lo spettacolo ‘Matto sarà lei’ della Compagnia ‘Giorgio Totola’, in programma sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre. A concludere il 2019, sabato 7 e domenica 8 dicembre, sarà C.M.T. Musical Theatre Company con ‘Orario d’ufficio’, con testo tratto da ‘9 to 5’ di D. Parton e regia di Jennifer Miller.

Il 2020 sarà invece aperto dalla compagnia Il Teatro di Ipazia, in scena sabato 4 e domenica 5 gennaio con la prima nuova proposta ‘Il Nastro e la Mela. Elegia per Alan M. Turing’. Seguirà poi la compagnia Gino Franzi con il suo ‘Volare oh oh, cantare oh oh (il gioco dell’oca in musica)’, in scena sabato 11 domenica 12 gennaio. Tabula Rasa, con ‘Niente sesso siamo ateniesi’, si esibirà invece sabato 18 e domenica 19 gennaio, con un testo tratto da Aristofane. Gennaio sarà chiuso sabato 25 e domenica 26 da Gad Renato Simoni con lo spettacolo ‘Sarto per signora’.

Gli aventi di febbraio iniziano con Einaudi-Galilei e ‘Rumori fuori scena’, sabato 1 e domenica 2. Sarà quindi la volta di Zeropuntoit e ‘Il triangolo no! Non l’avevo considerato’, sabato 8 e domenica 9 febbraio. Estravagario Teatro porterà in scena ‘Allontanarsi dalla linea gialla’ sabato 15 e domenica 16 febbraio. La Compagnia dell’Arca seguirà con ‘La Bella e la Bestia e la magia dell’amore’, sabato 22 e domenica 23 febbraio. ArteFatto Teatro sarà invece in scena con ‘Streghe’ sabato 29 febbraio, mentre domenica 1 marzo si esibirà con la nuova proposta ‘L’erba del Vicino’.

Anche GTV Niù, sabato 7 e domenica 8 marzo, si presenta al pubblico con l’inedito ‘Per un litro di grappa’. La Compagnia I’Aseni del Borgo riproporrà invece il suo ‘Bai bai sgauie’, in programma sabato 14 e domenica 15 marzo. Micromega, con ‘Mi piazzo in banca… e non se ne parla più’ si esibirà sabato 21 e domenica 22 marzo. A chiudere il mese di marzo, sabato 28 e domenica 29, sarà La Pocostabile con ‘Le Petit Cafè’.

Sabato 4 e domenica 5 aprile la compagnia Verbavolant presenterà il nuovo spettacolo ‘La terra in prestito’. Granbadò riproporrà invece ‘Suorprise’, sabato 18 e domenica 19 aprile.

Giovedì 23 e venerdì 24, (entrambi gli spettacoli la sera alle 21) Trixtragos porterà in scena ‘Racconti proibiti. Chiuderà l’intera rassegna, sabato 25 e domenica 26 aprile, la compagnia A Filo d’Arte con lo spettacolo ‘E’ possibile’. Gli spettacoli si trarranno: il sabato alle 21 e la domenica alle 16.30; i giovedì e venerdì alle 21.

La rassegna è stata presentata oggi dall’assessore alla Cultura Francesca Briani insieme ai rappresentanti di tutte le compagnie teatrali in cartellone.

«Come già avvenuto quest’estate con gli spettacoli nei cortili – sottolinea l’assessore Briani – le compagnie teatrali sono state maggiormente coinvolte nella macchina organizzativa della rassegna. Un’importante e positiva collaborazione, che accresce i rapporti fra i gruppi teatrali e la qualità della proposta culturale offerta. Il programma 2019-2020 promette quindi di confermare l’interesse e l’apprezzamento del pubblico cittadino affezionato al teatro amatoriale, e si inserisce a pieno titolo nel cartellone del Teatro Camploy, da sempre punto di riferimento per la vita del quartiere e la proposta culturale di Verona».

Programma completo ed informazioni sulla rassegna sul sito del Comune.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.