L’Orchestra del Teatro alla Scala per il terzo concerto “brunch” al Ristori

Terzo appuntamento dei Concerti Brunch domenicali del Teatro Ristori, domenica 19 gennaio alle ore 11.00 con protagonisti d’eccezione: Fabrizio Meloni e i Percussionisti della Scala.

Fabrizio Meloni, eclettico primo clarinetto solista della Filarmonica e dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano e I Percussionisti della Scala danno vita ad un programma particolare e affascinante a partire da «Greetings to Hermann» per tamburi e gran cassa, scritto nel 1987 dal percussionista tedesco Hans-Günter Brodmann; un brano in cui i quattro percussionisti giocano per più di tre minuti in un tumultuoso, inarrestabile accavallarsi di ritmi.

Il programma del Concerto Brunch prevede l’esecuzione di cinque brani: il primo è il Concerto per clarinetto e percussioni, scritto nei primi mesi del 2019 dal compositore Mauro Montalbetti, una creazione che alterna episodi vitali dalla forte impronta ritmica, in cui il solista si contrappone alle percussioni, ad altri più intimi e lirici, in cui si privilegia l’aspetto timbrico. Alchimie per clarinetto e percussioni di Fabio Massimo Capogrosso, che si snoda in tre movimenti che si succedono senza soluzione di continuità: Alchimia dei Sassi, ispirata a Matera, Alchimia della Luna, nella quale il vibrafono è suonato con gli archetti per ottenere un suono irreale e inquietante, e Alchimia del Sogno.

Si prosegue con Greetings to Hermann, scritto dal compositore e batterista jazz Hans-Günter Brodmann nel 1987, è un pezzo dedicato a un ensemble di strumenti dal suono non determinato, nello specifico 6 tom e una grancassa. Blu Oltremare per clarinetto e percussioni, che si articola in quattro movimenti, è del compositore, pianista, percussionista e direttore Carlo Boccadoro. Si conclude poi Carousel di David Friedman e Dave Samuels, concepito come pezzo di pura improvvisazione jazzistica, ma nel 1985 decisero di trascriverlo, lasciando alcune parti alla libertà creativa degli esecutori.

Per maggiori informazioni visitare il sito del Teatro Ristori.