Nek, “Il mio gioco preferito” in Arena

Il cantautore e polistrumentista si esibirà nella cornice dell'anfiteatro romano domenica 22 settembre, alle 21, con i suoi più grandi successi e i brani del suo ultimo album.

Cantautore e polistrumentista, Filippo Neviani, vero nome di Nek, è pronto a coinvolgere i fan all’Arena di Verona con “Il mio gioco preferito”, album numero quattordici dell’artista, pubblicato lo scorso maggio. Dopo la partecipazione al Festival di Sanremo 2019, con il brano “Mi farà trovare pronto”, che si posizionò diciannovesimo.

Tra i brani contenuti nel suo ultimo lavoro, “La storia del mondo”, uscito come singolo il 19 aprile, “Mi farò trovare pronto”, la canzone portata a Sanremo e ispirata dalle sensazioni provate durante un viaggio che Nek ha compiuto nelle favelas brasiliane, “Cosa ci ha fatto l’amore”, “Alza la radio”.

Una carriera iniziata nel 1986, anno in cui fondò insieme a Gianluca Vaccari il duo “Winchester”, mentre è nel 1989 che il cantante entrò a far parte del gruppo rock “White Lady”, nato come coverband dei Police.

Il percorso da solista cominciò due anni più tardi, nel 1991, quando dopo la partecipazione al Festival di Castrocaro firmò un contratto con la casa discografica Fonit Cetra. Dal ’96 al ’99 lavora invece con la Warner Music, che pubblica l’album “Lei, gli amici e tutto il resto”, contenente forse il brano di Nek più famoso, “Laura non c’è”. Dagli inizi a oggi, secondo i dati certificati dalla Federazione Industria Musicale Italiana, l’artista ha venduto oltre dieci milioni di dischi a livello mondiale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.