L’Arena di Verona torna sul monte Baldo con due appuntamenti

Il 7 e il 21 agosto il Ballo e il Coro dell’Arena di Verona animano l’alta quota con l’Opera e nuove iniziative per il pubblico.

Nel 2019 ricorre la tredicesima edizione per la lirica in alta quota, un appuntamento atteso da curiosi e appassionati che desiderano godere di un connubio perfetto di musica e natura. L’iniziativa continua a richiamare dal 2004 un pubblico sempre più numeroso di provenienza internazionale, rilanciando l’offerta artistica dell’Arena di Verona presso nuove platee e allo stesso tempo consolidando il legame con il territorio, e con il lago di Garda in particolare.

Quest’anno i complessi artistici areniani sono stati preceduti da un elemento scenografico caratteristico: è infatti una sfinge di Aida ad accogliere i turisti che accedono alla Funivia Malcesine-Monte Baldo, proviene dall’Egitto aureo immaginato da Franco Zeffirelli e invita a conoscere l’opera regina dell’Arena, omaggiando anche il maestro scomparso quest’anno che l’ha disegnata affidandone la realizzazione alla maestria dei laboratori scenografici veronesi.

Sono quindi due gli spettacoli-concerto organizzati dalla Funivia Malcesine-Monte Baldo in collaborazione con la Fondazione Arena di Verona a distanza di due settimane. Il primo imperdibile ed inedito appuntamento vede protagonista il Ballo dell’Arena di Verona coordinato dai Maîtres de Ballet Gaetano Petrosino e Ludovica Ferrigni con la partecipazione straordinaria di Géraldine Chauvet accompagnata al pianoforte da Patrizia Quarta, Maestro Collaboratore della Fondazione. Lo spettacolo è presentato da Davide Da Como.

Il programma del 7 agosto è una grande Fiesta hispanica, animata dalle pagine più celebri di Bizet e da alcuni brani verdiani destinati anche alla danza: come la festa di La Traviata e il balletto de Il Trovatoredi rarissima esecuzione. La presenza della star dell’opera Chuavet non è casuale: il mezzosoprano francese è infatti specialista del ruolo di Carmen, che ha interpretato in tutto il mondo e dal 2009 all’Arena di Verona, dove è appena tornata protagonista per due recite.

Il 21 agosto sale in alta quota l’amato e applaudito Coro dell’Arena di Verona diretto dal maestro Vito Lombardi, con l’accompagnamento al pianoforte di Patrizia Quarta. In programma c’è una selezione dei brani più celebri dalle opere verdiane in cartellone nel Festival lirico 2019 (La Traviata, Il Trovatore, Macbeth -appena eseguito con Plácido Domingo) con gustose incursioni nel repertorio di tardo ‘800 e primo ‘900 da capolavori quali Madama Butterfly, Cavalleria rusticana e Pagliacci (anticipazione del Festival 2020). Al programma, con il trionfo dell’Atto II di Aida non può mancare il classico Va, pensiero da Nabucco, vero e proprio biglietto da visita dello storico coro areniano.

Per chiunque volesse informazioni sull’Arena Opera Festival 2019 e acquistare biglietti, da quest’anno è attivo in loco un vero e proprio Punto Rivendita Autorizzato Arena di Verona, in modo di sancire ulteriormente la partnership con Funivia Malcesine-Monte Baldo e avvicinare al bacino gardesano il programma del Festival Lirico. I biglietti potranno essere acquistati direttamente presso la biglietteria dedicata e brandizzata Arena operativa in Funivia. A supporto di questa attività sono previste comunicazioni audio, passaggi di video promozionali emozionali su monitor e ledwall e immagini degli allestimenti su pannelli fotografici dedicati al Festival collocati ai vari livelli della Funivie di Malcesine.

Gli eventi sono ad ingresso gratuito e si svolgono in Località Pozza della Stella alle 14:30.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.