“La città in concerto” questa sera a San Zeno

Alle 20.30 si esibirà l'Orchestra Machiavelli, diretta Leonardo Benini con solista il violinista Davide De Ascaniis, in un raffinato programma di musiche di Alessio Manega, Nicolò Paganini, Igor Stravinsky e Albert Markov.

Nuovo appuntamento con “La città in concerto” la rassegna concertistica dell’Accademia Filarmonica di Verona che si sposta alla Basilica di San Zeno, questa sera alle 20.30: sarà protagonista l’Orchestra Machiavelli diretta da Leonardo Benini con solista il violinista Davide De Ascaniis, in un raffinato programma di musiche di Alessio Manega, Nicolò Paganini, Igor Stravinsky e Albert Markov.

L’Orchestra Machiavelli nasce a Verona nel 2015 ed è orchestra residente della stagione musicale di Fucina Culturale Machiavelli al Teatro ex Centro Mazziano, nel cuore di Verona. L’orchestra nasce da un gruppo di giovani professionisti under 35, diplomati presso il Conservatorio di Musica E.F. Dall’Abaco, alla ricerca di un riconoscimento professionale e con il desiderio di trasmettere la propria passione per la musica anche a giovani che non avevano mai messo piede in una sala da concerto.

Direttore stabile dell’orchestra dal 2015 è l’istrionico direttore e pianista Sergio Baietta. Pur di recente formazione, l’Orchestra Machiavelli vanta già collaborazioni con importanti artisti quali Mimmo De Tullio, il rocker Whitfield Crane, il Maestro Andrea Battistoni, il sassofonista Jesse Davis. Si è esibita su rinomati palcoscenici, come la Sala Maffeiana ed il Teatro Ristori di Verona, il Teatro Zandonai di Rovereto.

Nell’ottobre 2017 l’Orchestra Machiavelli si è esibita  con il grande clarinettista Richard Stoltzmann e sua moglie virtuosa di marimba Mika Stoltzman all’interno della prestigiosa rassegna “Il Settembre dell’Accademia” al Teatro Filarmonico di Verona. La direzione artistica di questa orchestra, tenuta da Pietro Battistoni, Rebecca Saggin e Stefano Soardo, fondatori di Fucina Culturale Machiavelli, ha come cifra stilistica principale la contaminazione di linguaggio e l’abbattimento di barriere tra generi musicali. Il repertorio dell’Orchestra Machiavelli accosta i grandi compositori della classicità ad autori della musica contemporanea, jazz, folk e rock.

Altro aspetto importante delle produzioni originali dell’Orchestra Machiavelli è l’attenzione alla teatralità e alla multidisciplinarietà che trasforma i concerti in veri e propri eventi. Light design, collaborazioni con attori e mimi, coinvolgimento del pubblico in veri e propri quiz, video installazioni: le sorprese non mancano mai.