Grande successo per la prima di Madama Butterfly al Filarmonico

Grande successo ieri sera per la prima rappresentazione del capolavoro pucciniano Madama Butterfly, che ha debuttato al Teatro Filarmonico di Verona nel nuovo allestimento co-prodotto da Fondazione Arena e l’Opera Nazionale croata, con la regia di Andrea Cigni e Francesco Ommassini sul podio.

Il pubblico entusiasta, in un Teatro esaurito in ogni ordine di posti, ha accolto con lunghi e calorosissimi applausi il team creativo e gli interpreti.

A distanza di 28 anni dall’ultima rappresentazione, Madama Butterfly è tornata al Teatro Filarmonico in una nuova produzione in cui hanno fatto il loro esordio veronese il regista Andrea Cigni, lo scenografo Dario Gessati  e la costumista Valeria Donata Bettella, insieme all’areniano Paolo Mazzon alle luci.

Nel cast, guidato dall’esperta bacchetta di Francesco Ommassini, hanno brillato il soprano giapponese Yasko Sato nei panni di Cio-Cio San, insieme a Valentyn Dytiuk come F. B. Pinkerton. Mario Cassiha interpretato il console Sharpless, Manuela Custerha dato voce alla fedele serva Suzuki, mentreMarcello Nardisera Goro. Completavano il cast Lo zio Bonzo diCristian Saitta,Il Principe Yamadori di Nicolò Rigano, Kate Pinkertondi Lorrie Garcia, Il Commissario imperialedi Salvatore Schiano di Cola, L’Ufficiale del registrodi Maurizio Pantò, Sonia Bianchetti come Madre di Cio-Cio-San e Manuela Schenale come Cugina di Cio-Cio-San. Il Coro è preparato da Vito Lombardi.

Lo spettacolo, che conclude il percorso tracciato dalla rassegna autunnale Viaggio in Italia, replica martedì 17 dicembre alle 19, giovedì 19 dicembre alle 20 e domenica 22 dicembre alle 15.30.