Gli appuntamenti al Teatro Nuovo durante le Feste

Al Teatro Nuovo cinque appuntamenti da non perdere: si comincia il 21 dicembre con il musical "Cenerentola", il 25 si prosegue con "Lo Schiaccianoci" , il 28 con "Pink Floyd Experience", il 1 gennaio con "Il Lago dei Cigni" e il 7 con "Up&Down" di Paolo Ruffini.

Il Teatro Nuovo di Verona propone per i magici giorni di festa un grande classico per le famiglie, “Cenerentola – Il musical”, le atmosfere d’incanto de “Lo Schiaccianoci” e del “Lago dei Cigni” con la compagnia del Balletto di San Pietroburgo, un concerto omaggio ai Pink Floyd con la miglior tribute band d’Europa e il nuovo spettacolo del comico e showman Paolo Ruffini “Up&Down”.

Cenerentola. Il musical è in programma sabato 21 dicembre, alle 15.30 e alle 18.30, e domenica 22 dicembre, alle 16. La celebre storia dei fratelli Grimm farà rivivere a grandi e piccoli, attraverso costumi preziosi, effetti scenici e musiche orchestrali l’incantesimo di Cenerentola.

Lo Schiaccionoci. Il giorno di Natale, mercoledì 25 dicembre, la compagnia del Balletto di San Pietroburgo porterà a Verona, in due turni, alle 18 e alle 21, la magia de “Lo Schiaccianoci”, con le coreografie di Marius Petipa e le affascinanti musiche di P.I. Tchaikovsky.

Pink Floyd Experience. La miglior tribute band dei Pink Floyd europea incanterà il pubblico sabato 28 dicembre, alle 21, ripercorrendo la carriera della band britannica attraverso un’esecuzione rigorosa e proiezioni video originali.

Il Lago dei Cigni. Mercoledì 1 gennaio, alle 21, la compagnia del Balletto di San Pietroburgo si esibirà sulle note di Tchaikovsky con “Il Lago dei Cigni”, portando sul palco l’affascinante doppio Odette-Odile, cigno bianco e cigno nero, rappresentazione dell’eterna lotta fra il Bene e il Male.

UP&Down. Paolo Ruffini porta a Verona, il 7 gennaio, alle 21, il suo nuovo spettacolo, che farà ridere e riflettere il pubblico sul concetto di “normalità”. Come ha spiegato il comico: «La vita stessa non ci chiede di essere normali, la vita è un inno alla diversità: siamo tutti diversamente normali e ugualmente diversi. In questo progetto parliamo di abilità e disabilità alla felicità, alla bellezza, alla meraviglia nei confronti delle cose che viviamo ogni giorno».