Fiamene in festa per una settimana

Dall'1 al 7 agosto, nel cuore della Valpolicella, concerti con le più famose band del territorio, special guest, ottimi drink e cibo per divertirsi in compagnia.

Nella suggestiva location collinare in Valpolicella torna il Festival di Fiamene, una settimana di concerti, dall’1 al 7 agosto, con le più apprezzate band del territorio accompagnati da ottimo cibo, birra e stand di artigianato, per soddisfare davvero tutti i gusti e divertirsi in compagnia. Tutte le serate, con avvio dalle 19, sono a ingresso gratuito.

A dare il via alle danze, giovedì 1 agosto, I Briganti del Folk e Contrada Lorì, che rendono giustizia alla tradizione popolare proponendo, i primi, un repertorio che attinge e si ispira al folk italiano, attraverso i grandi nomi del cantautorato, come Dalla, De Andrè, Finardi, Guccini, Battiato, Bennato e molti altri, senza dimenticare le antiche radici, quindi le canzoni d’osteria, filastrocche e serenate che accendono le serate estive; dall’altra parte, il gruppo Contrada Lorì racconta favole e storie del territorio in dialetto veronese, una cifra stilistica che li contraddistingue in modo genuino e unico.

Venerdì 2 sarà la volta dei Rumatera, una band della provincia di Venezia, che dà voce alla tradizione unendo il dialetto a uno stile punkrock, scavalcando ogni regola e schema, con più di dieci anni di attività e tour alle spalle. Li accompagna, per la serata, la guest Anna Bassy, una cantante di Verona che, con la sua incredibile voce, proporrà una scaletta all’insegna della black music, raggae, soul e R&B.

Saranno Division Band e Gli Animali Notturni a infuocare l’appuntamento di sabato 3 agosto, con un concerto tributo ai Pink Floyd e sonorità pop e rock da “vivere di notte”. I primi propongono musiche, effetti luce e proiezioni in perfetto stile pinkfloydiano, mentre i secondi raccontano, sfruttando l’atmosfera che si crea al crepuscolo, storie della loro vita diurna.

Domenica 4 agosto Nova Play Queen coinvolgerà il pubblico con la “Bohemian Night”, uno spettacolo che riproduce l’energia e il pathos dei Queen, cui seguirà la musica grunge e il sound della generazione X degli anni 90 con il concerto degli Overdose.

In programma lunedì 5 le performance di Melvin Taylor Blues Band e del duo Superdownhome. Melvin Taylor, musicista del Mississippi, è considerato uno degli artisti più interessanti del panorama blues internazionale, grazie al suo stile chitarristico che ricorda il grande Hendrix; Superdownhome, invece, si distinguono per un blues rurale con influssi pop, punk e folk.

Tempo di Clearwater Creedence Revival martedì 6 agosto, con il progetto musicale di Peter Barton e Geoff Hammond nato negli anni ’90 che rivisita i brani di John Fogerty e CCR in chiave moderna. A seguire gli Edwig, fondati dalla cantautrice Camilla Fascina, una band alternative rock che incanta gli spettatori con melodie ipnotiche e suggestive.

A chiudere il Festival, mercoledì 7, il concerto di Arianna Antinori, un’artista dall’anima rock, soul e blues, che ha calcato importanti palchi in tutta Italia e anche all’estero. Nel 2016 è uscito il suo album “Hostaria Cohen”, prodotto con Mauro Paoluzzi, che ha composto e arrangiato tracce dei più amati artisti italiani, come Roberto Vecchioni, Loredana Bertè, Gianna Nannini, Bluvertigo, Patty Pravo e Mango. Oltre a lei, sulla scena i Bonkers, un trio che ama la sperimentazione, con influenze che spaziano dal pop al funky.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.