Due magiche serate blues a Malcesine

Nella cornice dell’alto lago di Garda, venerdì 9 e sabato 10 agosto in programma il festival dedicato al blues a Malcesine, a ingresso gratuito, con le performance di grandi artisti della scena blues nazionale, nei Giardini Comunali e tra le vie del centro storico.

Giunto quest’anno alla sua undicesima edizione, il Malcesine Blues Festival propone, nei giardini comunali e tra le vie del centro storico, due appuntamenti di grande musica, in compagnia dei migliori artisti della scena blues italiana. La manifestazione, organizzata dall’Associazione Onde Sonore, intrattiene da quasi dieci anni residenti e turisti con splendide mostre, eventi imperdibili e concerti volti a soddisfare tutti i gusti, nell’ottica di promuovere il territorio ed esaltarne il valore.

Un repertorio energico e di qualità per due serate speciali, fino notte inoltrata, nella cornice dell’alto lago di Garda, venerdì 9 e sabato 10 agosto, con sette performers protagonisti: i The Fireplaces inaugureranno l’evento, venerdì alle 19, nei giardini comunali, con uno show energico che coinvolge direttamente il pubblico, sulle note del loro album “Shelter from the storm”. Il carisma del gruppo è stato notato anche da alcuni fra i più grandi artisti internazionali, come Bruce Springsteen, Glen Hansard, Eddie Vedder e Bonovox. Subito dopo di loro, il live di Max Lugli & Monkey Flyers, armonicista con una carriera trentennale in Italia e Europa alle spalle, che vanta anche registrazioni in studio con Texas Slim, Shawn Pittman e Ligabue. Chiude la prima serata la band dei Bluestouch, un gruppo lombardo capace di regalare uno spettacolo ricco di improvvisazioni e colpi di scena, con una scaletta di pezzi originali e cover di artisti quali Eric Sardinas, Joe Colombo, Z.Z.Top , Johnny Winter e molti altri.

Nella scaletta programmata per la serata di sabato 10, dalle 18 fino a tarda notte, le esibizioni di Seven Turns, una cover band di Trento, con una grande passione per il southern rock, che propone i migliori pezzi di gruppi quali Lynyrd Skynyrd, Allmann Brothers, Gov’t Mule, Little Feat; lo show di Al & Jay, un duo formato dai polistrumentisti Jay Zonta (voce, ukulele, chitarra, armoniche, kazoo) e Alessandro Brunetta (sax tenore, clarinetto, pianoforte, armoniche); l’esibizione dei Betta Blues, che raccontano con i loro brani esperienze vissute ed episodi di vita personale, in linea con la tradizione blues del primo Novecento, sfruttando in modo esclusivo solo strumenti acustici, e infine l’imperdibile concerto di Gloria Turrini, una cantante che ha condiviso il palco negli anni passati con musicisti del calibro di La Pina, Deda, Giuliano Palma, Max Gazzè, Enzo Vallicelli, Pippo Guarnera.

L’ingresso al Festival è gratuito.