Domani sera il Settembre dell’Accademia con orchestra Fondazione Arena

Nuovo appuntamento con il “Settembre dell’Accademia” domani sera alle 20.30 al Teatro Filarmonico. Attesi Francesco Ommassini e Miriam Prandi.

Miriam Prandi - Settembre dell'accademia

Nuovo appuntamento con il “Settembre dell’Accademia” domani sera alle 20.30 al Teatro Filarmonico.

Sarà protagonista l’Orchestra della Fondazione Arena di Verona sotto la guida di Francesco Ommassini con un programma tutto dedicato all’Ottocento francese: l’Apprendista stregone di Dukas e le due Suites dell’Arlesiana di Bizet. Protagonista della serata con il Concerto per violoncello e orchestra n. 1 in la minore Op. 33 di Saint-Saëns sarà la giovane e talentuosa violoncellista Miriam Prandi, nuovamente a Verona dopo l’applauditissimo recital tenuto lo scorso febbraio insieme ad Alexander Romanovsky nella stagione cameristica della Società Amici della Musica.

Gli interpreti

Francesco Ommassini

Nato a Venezia ha studiato violino e composizione nella sua città diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Dal 1996 ha ricoperto il ruolo di primo violino dei secondi presso l’Orchestra della Fondazione Arena di Verona; l’essere parte di uno dei più̀ importanti teatri lirici al mondo e il contatto e la collaborazione con i maggiori direttori del nostro tempo hanno stimolato il desiderio di affrontare lo studio della direzione d’orchestra; tra questi, l’incontro con Donato Renzetti, con il quale ha studiato diplomandosi presso l’Accademia Musicale Pescarese.

Dal suo debutto nel 2012 al teatro di Ferrara con Rigoletto la sua carriera lo ha portato ad esibirsi sia in campo lirico che sinfonico in importanti teatri e festival (Teatro San Carlo di Napoli, Teatro la Fenice di Venezia, Teatro Filarmonico di Verona, Teatro Lirico di Cagliari, Teatro Bellini di Catania, Teatro Abbado di Ferrara, Teatro Comunale di Treviso, Teatro Alighieri di Ravenna, Teatro di Bergamo, Brescia, Como, Pavia, Cremona per Operalombardia).

Tra i recenti impegni si segnalano la presenza nel prestigioso cartellone del Settembre dell’Accademia a Verona , la prima esecuzione in tempi moderni dell’opera Zenobia in Palmira di Paisiello a Napoli nell’ambito delle celebrazioni per i 200 anni dalla morte de compositore , (produzione dalla quale è stato ricavato un cd Bongiovanni) la Pietra de Paragone al Teatro Lirico di Cagliari nel fortunato spettacolo di Barberio Corsetti e il Viaggio a Reims al Filarmonico di Verona , per la Rete Lirica delle Marche con Elisir d’Amore, in una nuova produzione di Traviata nei teatri di Ferrara , Treviso e Rovigo ed in una serie di concerti sinfonici al Teatro Olimpico di Vicenza ed al Bellini di Catania.

Prossimi appuntamenti lo vedranno esibirsi nuovamente nel cartellone del. Settembre dell’Accademia Filarmonica e nella stagione lirica del Teatro Filarmonico con una nuova produzione di Madama Butterfly. Dal 2014 è Direttore musicale dell’Orchestra Regionale del Veneto Filarmonia Veneta.

Miriam Prandi

Vincitrice di varie edizioni della Rassegna Violoncellisti di Vittorio Veneto, nel 2004 si è imposta al Concorso Geminiani, aggiudicandosi l’assegnazione di un importante violoncello. Nel 2006 le è stato conferito a Roma il Premio Muzio Clementi dell’Associazione Musicale omonima.

All’età di 11 anni è stata eccezionalmente ammessa a frequentare i Corsi di violoncello di Antonio Meneses presso l’Accademia Chigiana di Siena, ottenendo sempre la Borsa di Studio e il Diploma di merito. Giovanissima ha avuto anche il privilegio di essere ammessa all’Accademia Pianistica Internazionale di Imola e successivamente alla Scuola di Musica di Fiesole dove ha affrontato il repertorio cameristico con Andrea Lucchesini.

Dopo gli studi con Marianne Chen, si è perfezionata a Fiesole e Vienna con Natalia Gutman e successivamente nel 2014, come borsista della Fondazione Ambrosoli e della Fondazione Lyra, ha concluso gli studi del Master in Solismo con Lode all’Hochschule di Berna nella Classe di Antonio Meneses. Fondamentale poi è stato l’approfondimento tecnico-interpretativo maturato alla scuola di Ivan Monighetti. Ha frequentato le Masterclasses con Mario Brunello, Rocco Filippini, Sol Gabetta, David Geringas, Frans Helmerson, Gilad Karni, Ralph Kirshbaum.

Nella duplice veste di pianista e di violoncellista, ha eseguito i concerti K 595 di Mozart e in Do di Haydn agli Incontri Internazionali di Asolo, al Teatro Bibiena di Mantova e al Teatro Sociale di Bergamo. Nel Novembre 2011, come giovane talento italiano, è stata presente con un concerto durante i Cultural Days dell’European Union Bank a Francoforte in calendario insieme a famosi musicisti italiani come Abbado, Ughi e Bollani mentre nel Dicembre 2010 ha effettuato una tournée in Italia e Israele con l’OGI diretta da N. Paszkowski, interpretando la prima parte solistica del brano”Violoncelles vibrez…” di Giovanni Sollima, concerto poi trasmesso da Rai Radio Tre.

È frequentemente ospite con concerti al violoncello solo presso importanti sedi concertistiche come il Festival Piatti di Bergamo, gli Amici della Musica di Verona, il Teatro delle Muse di Ancona, l’Auditorium di Lingotto Musica di Torino, il Festival di Spoleto e in duo con pianoforte ha suonato per gli Amici della Musica di Lucca, l’Accademia Filarmonica di Bologna, la Società Umanitaria di Milano, ecc. All’estero si è esibita anche negli USA (San José, Santa Clara University Hall – CA, New York University); in Svizzera (tra cui il Gstaad Menuhin Festival dove ritornerà nella stagione 2016 come solista con la Gstaad Festival Orchestra); in Francia, Germania, Lituania; con orchestre come Orchestra Sinfonica Siciliana, Argovia Philharmonic, Berner Symphonieorchester, Klaipeda Chamber Orchestra.

Violoncellista del delian quartett è regolarmente ospite di importanti centri musicali come il Rheingau Musik Festival, la Tonhalle Zurich e la Konzerthaus Berlin.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.