Dicembre in jazz a Le Cantine de l’Arena

Martedì 3 l’Almanaque Quartet, venerdì 6 "i Passepartout" e domenica 8 Samy Daussat. Tre nuove serate aprono nel jazz il mese di dicembre a Le Cantine de l'Arena.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Martedì 03 dicembre

Dalle 21.30, l’Almanaque Quartet di Luca Boscagin presenterà un’avventura musicale fra ritmi brasiliani e africani mescolati al jazz.

Il quartetto, guidato dal chitarrista veronese, è composto da Quentin Collins alla tromba, Matheus Nova al basso, Raphael Delfino alla batteria e suona regolarmente al Ronnie Scott Club di Londra, dove ha aperto per artisti come Ivan Lins, Eumir Deodato e Al Di Meola.

Venerdì 06 dicembre

Dalle 22.00 “i Passepartout” insieme al cantante francese Lénaick Gicquel si esibiranno in un progetto, proposto in chiave gipsy-swing, che ripercorre l’essenza delle strade di Parigi nella storia e in tutte le sue forme.

Capitanati dalla cantante veronese Chiara Dal Molin, i Passepartout sono un gruppo formato da: Pier Brigo al contrabbasso, Gianni Tomazzoni alla chitarra e Nereo Fiori alla fisarmonica a cui si aggiungerà il cantante Lénaick Gicquel con il quale il gruppo ha inciso il disco “Au Coin d’une Rue”.

Domenica 08 dicembre

Durante l’aperitivo delle 19.00 il Samy Daussat Italian Project ospita il violinista romano Alessandro Vece per un omaggio a Django Reinhardt.

Samy Daussat è considerato uno dei grandi interpreti a livello mondiale della musica di Django Reinhardt. Con il suo Italian Project porterà, direttamente da Parigi, il sound del genere manouche. Quest’anno, per arricchire ulteriormente l’esibizione, il violinista romano Alessandro Vece, tra i migliori conoscitori del
genere, farà parte della squadra formata dai chitarristi Samy Daussat, Martino Salvo e
Carlo Stupiggia, e dal bassista Luca Pisani.

Tutte le serate de Le Cantine de l’Arena sono ad ingresso libero. Cenando nel locale è possibile mantenere il tavolo per assistere allo spettacolo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.