Brain Zone Music Festival, al via domani la rassegna musicale di Brenzone

Dal 4 al 7 luglio tanta musica e spettacoli ai piedi del Monte Baldo con i grandi cantautori e artisti del panorama jazz italiano. Brenzone sul Garda sfondo della rassegna musicale "Brain Zone Music Festival".

Da domani Brenzone sul Garda, per quattro giorni, fino al 7 luglio, sarà la suggestiva cornice per le performance live di grandi nomi del cantautorato e del jazz italiano. Torna Brain Zone Music Festival, una maratona musicale a ingresso gratuito che anima il paese ai piedi del Monte Baldo con sonorità che spaziano dalla black music al funk, dai suoni etnici a proposte fresche e avanguardistiche. Musica dal vivo a ogni ora del giorno, in innumerevoli location e anche in forma itinerante, grazie ai concerti di talentuosi artisti, tra cui Raphael Gualazzi, che si esibirà in co-leadership con Mauro Ottolini in un inedito trio creato appositamente per il concerto di Brenzone.

Tra i performer che si esibiranno nelle quattro giornate della manifestazione, oltre a Gualazzi, cantautore e pianista italiano, che con il suo brano “Follia d’amore” si è aggiudicato la vittoria della categoria Giovani al Festival di Sanremo nel 2011 e che vanta una collaborazione con i The Bloody Beetroots, anche Valerio Corzani, musicista, autore e conduttore radiofonico, oltre che giornalista e fotografo, che scrive per Il Manifesto, Alias e Il Giornale della Musica. Ma ancora, presente anche Federico De Vittor, pianista veronese che ha vissuto fino al 2014 a New York, città in cui ha lavorato al fianco di Tommy Campbell, Dion Parson, Ron Blake, Earl McIntyre, Renato Thoms e Renee Manning, e Mauro Ottolini, trombonista, compositore e direttore d’orchestra che ha fatto del gusto per la sperimentazione la propria cifra stilistica. L’ultima produzione di Ottolini, dal titolo “Sea shell”, è l’esito di uno studio sul taglio delle conchiglie e il loro utilizzo come strumenti musicali. Altre figure di rilievo che parteciperanno al festival sono Francesco Bearzatti, sassofonista e clarinettista di Pordenone, che ha vinto nel 2010 il premio di musica della critica per la sezione jazz e nel 2011 il Prix du Musicien European dell’Academie de Jazz, ed Eloisa Atti, cantante e musicista bolognese, figlia del poeta Luciano Atti, che iniziò la sua carriera già in tenera età, partecipando a sei edizioni dello Zecchino d’Oro, e che ha pubblicato un album dedicato a Billie Holiday.

Nella prima giornata del festival, giovedì 4 luglio, dalle 18, in piazza San Niccolò ad Assenza di Brenzone, si assisterà a una serie di esibizioni non stop, con Laurelight, Miss Cekka Lou & Professor PeeWee, i Contrada Lorì e i Bayou Moonshiners. In programma anche l’esibizione in sax solo di Francesco Bearzatti dedicata a Duke Ellington, che aprirà i concerti che si terranno ogni giorno presso il Museo Etnografico “Madre Maria Domenica Mantovani” a Castelletto di Brenzone: un vero e proprio “festival nel festival”, che prende il nome di “Avant-Gard-a”, a sottolineare lo spirito innovativo e sperimentale della musica, in stretta connessione col territorio. Questa appendice del festival prevede l’apertura, ogni giorno dalle 19 alle 22, del museo di Castelletto di Brenzone, che ospiterà la mostra fotografica “Rayografie” con gli scatti di Renzo Bertasi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.