Arena Opera Festival, sabato debutta la Carmen di Hugo de Ana

Il 6 luglio, alle 21, la prima del capolavoro di Bizet nella versione del regista, scenografo e costumista argentino.

Carmen“, quarto titolo della 97esima edizione del Festival lirico, debutta sabato 6 luglio, alle 21: il capolavoro di Bizet è proposto nella veste ideata dal regista scenografo e costumista Hugo de Ana per l’inaugurazione 2018.

L’immortale sigaraia di Bizet, coraggiosa e fragile, seducente donna e demone, musa e fuorilegge, torna protagonista all’Arena di Verona, dove dal 1914 è l’opera più amata e rappresentata insieme ad “Aida”. Questa storia rivive in una veste originale per gli dell’anfiteatro scaligero, nella versione dell’argentino de Ana.

La vicenda è infatti trasposta negli anni Trenta del Novecento, in una Siviglia popolare avvolta da inquietudine ed emancipazione: sono gli stessi anni in cui la Repubblica spagnola riconosce alle donne i primi diritti, mentre venti di guerra soffiano dentro e fuori i suoi confini.

Carmen spicca per la forza con cui rivendica la sua indipendenza, da donna senza legami e senza figli, scegliendo i propri uomini e la propria sorte, senza subire mai nulla, fino alla fine. Per raccontare questa storia, de Ana crea una “Plaza de Toros” affollata di un popolo picaresco dinamico, che apre e chiude a vista le diverse scene in un unico spazio mutevole.

La messa in scena è arricchita dalle coreografie di Leda Lojodice, dal lighting design dell’areniano Paolo Mazzon e dal projection design dell’artista Sergio Metalli. 

Il cast schiera ventiquattro artisti, tra cui Ksenia Dudnikova, cui è affidata l’interpretazione di Carmen, Martin Muehle Ruth Iniesta, che torna a calcare l’amato palco areniano.

La direzione musicale è di Daniel Oren, alla guida dell’orchestra areniana, del coro preparato da Vito Lombardi, con il ballo coordinato da Gaetano Petrosino, numerosi figuranti e i tecnici dell’Arena di Verona, e con il gradito ritorno dei giovanissimi componenti del coro di voci bianche A.LI.VE. diretto da Paolo Facincani.

Le repliche sono in programma il 10, 13, 18, 23 e 27 luglio, il 2,24 e 27 agosto e, l’ultima, il 4 settembre, alle 20.45.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.