Al Nuovo Paolo Ruffini con “Up&Down”

Al Nuovo questa sera alle 21 UP&Down con Paolo Ruffini e con gli attori della Compagnia Mayor Von Frinzius. Uno spettacolo che fa sentire tutti diversamente normali e tutti normalmente diversi.

Arriva al Teatro Nuovo martedì 7 gennaio alle ore 21 l’attesissimo spettacolo teatrale UP&Down. In scena Paolo Ruffini con alcuni attori della compagnia livornese Mayor Von Frinzius: cinque con sindrome di Down, uno con autismo e uno in carrozzina. Insieme danno vita a uno spettacolo “scorretto e irriverente”, che scombina le liturgie teatrali e spezza i pregiudizi del pubblico, riuscendo a emozionare, a divertire e a commuovere. La regia è firmata da Lamberto Giannini. Sul palco – insieme a Paolo Ruffini e ad alcuni interpreti di questa compagnia nata nel 1997 e composta da un centinaio di attori, metà dei quali con disabilità – c’è Claudia Campolongo al pianoforte

Nato nel 2015, il progetto Up&Down è un esempio di teatro integrato che dal palcoscenico si è successivamente allargato al cinema e all’editoria. Sono infatti usciti il film UP&Down – Un film normale premiato nel 2018 alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia e il libro La sindrome di UP dove Ruffini spiega la gioia dell’ “essere UP”, una condizione che caratterizza molte persone con sindrome di Down. Persone speciali e uniche che hanno grande confidenza con la felicità, sempre propense a ridere e a sorridere, a meravigliarsi delle piccole cose, a gioire nello stare insieme agli altri.

UP&Down è uno spettacolo teatrale comico, “disobbediente” e commovente, che ha come filo conduttore le relazioni, in particolare la relazione con le emozioni, con il tempo, con la diversità. Attraverso il filtro dell’ironia s’indaga il significato di abilità e disabilità, non riferito alla condizione genetica, quanto piuttosto alla felicità. Punto di partenza dello spettacolo è l’intenzione del protagonista di realizzare un one man show con imponenti scenografie e con effetti speciali. Parte però una sequela di boicottaggi e di rocambolesche interruzioni a opera degli altri attori che dimostrano così di essere molto più abili di lui. La conclusione è che, a prescindere dal numero dei cromosomi, siamo tutti diversamente abili, tutti diversamente normali e tutti normalmente diversi. Nel corso della rappresentazione di UP&Down le distanze tra palcoscenico e platea si annullano. Alla fine attori e spettatori condividono un gesto rivoluzionario: un grande collettivo abbraccio

L’evento è organizzato dal Teatro Stabile di Verona e da Banco BPM. Parte del ricavato di questa serata sarà devoluto alla Grande Sfida Onlus che proprio a gennaio festeggia i suoi primi trent’anni di presenza e servizio sul territorio a fianco dei ragazzi Down.

Info e prevendite – Teatro Nuovo 0458006100 www.teatronuovoverona.it