La Fonderia 20.9 promuove la mostra delle opere di Sonja Thomsen

Dal 18 giugno al 18 luglio alla Fonderia 20.9 si terrà la mostra dedicata alle fotografie dell'artista americana Sonja Thomsen. Il titolo, tratto da un suo precedente libro, è "By her own Movement"

Fonderia 20.9
mostra di fotografia alla fonderia 20.9
Opera di Sonja Thomsen: Hernotations what witch

La mostra prende avvio dal libro che Sonja Thomsen ha pubblicato nel 2020 dal titolo “You will find it where it is: a reader”: una meditazione complessa e stratificata che unisce pratica artistica, questioni scientifiche e teoria femminista, attraverso sguardi alternativi: dalla matematica del settecento Maria Agnesi, alla scrittrice del XIX secolo Margaret Fuller, fino alla fotografia di Lucia Moholy e alla scultura concettuale di Maria Nordman, passando attraverso la teoria del colore di Goethe e alle esperienze di vita della stessa Thomsen.

Sonja Thomsen: callingthem

Il titolo della mostra “By her own movement” si rifà invece a un saggio presente all’interno dello scritto “Laugh of Medusa” (1975) della critica femminista Hélène Cixous, la quale invita la donna a liberare il proprio corpo dal linguaggio precostituito basato su una visione convenzionale e prettamente maschile della società. Attraverso un racconto composto da una molteplicità spaziale e temporale e tramite il protagonismo della luce come materiale e al contempo metafora, Sonja conduce lo spettatore a nuove riflessioni e alla possibilità di immaginare nuovi futuri post-patriarcali.
Sonja Thomsen (1978) è un’artista americana.

La sua pratica poliedrica mette in scena e modula la luce: nell’immagine, nell’oggetto e nell’architettura. Le linee d’indagine sulle
epistemologie scientifiche e sulla politica femminista sono plasmate dalle sue profonde esperienze personali e si articolano in una pratica basata su oggetti che comprende libri, installazioni, sculture e immagini. È una madre che lavora nell’astrazione, formata nelle scienze, la cui pratica crea spazio per la meraviglia radicale. La pubblicazione di Thomsen “You will find it where it is: a reader” è stata pubblicata da Poor Farm Press nel 2020. Attualmente è Professore Associato, presso la School of the Art Institute
di Chicago.


Fonderia 20.9 è uno spazio culturale che si occupa di fotografia contemporanea.


Fondata nel 2015 a Verona, combina un programma di mostre di artisti emergenti e affermati, con progetti sul territorio nei quali le persone interessate alle arti visive possono trovare un luogo di condivisione e discussione. Fonderia 20.9 è anche una piccola
ma ricercata biblioteca e un laboratorio di stampa fine-art. Il team di Fonderia 20.9 è composto da Chiara Bandino, Emanuele Brutti, Francesco Biasi (co-fondatori e curatori), Angelica Rivetti (assistente alla curatela) e Alice Benza
(graphic designer).

Sonja Thomsen: shadingthem


Informazioni


La mostra è visitabile dal 18.06.2022 al 18.07.2022. Da mercoledì a venerdì dalle 10 alle 13 alla mattina e dalle 16 alle 19 al pomeriggio. Il sabato solamente dalle 10 alle 13. Domenica il centro rimane chiuso ai visitatori. Per contattare al fine di eventuali info:
info@fonderia209.com. La mostra si terrà in via XX settembre nel quartiere di Veronetta, vicino alla storica fonderia di campane Cavadini.