SanGiò Verona Video Festival, proclamati i vincitori

Sono stati premiati i vincitori del SanGiò Verona Video Festival, la rassegna di cinema internazionale promossa da Cineclub Verona. Diversi i riconoscimenti consegnati ai cineasti e non solo, che si sono distinti per la qualità del loro lavoro.

Leo Ferrioli - Elena Gladkova
Leo Ferrioli - Elena Gladkova

Si è conclusa la XXVIII edizione del SanGiò Verona Video Festival, la rassegna di cinema internazionale promossa da Cineclub Verona sotto la direzione artistica di Ugo Brusaporco. Le proiezioni, completamente gratuite per gli spettatori grazie al sostegno degli sponsor, si sono svolte, dal 23 al 27 luglio, nell’ex chiesa di Santa Maria in Chiavica. Cinque giorni all’insegna del Grande Cinema che ha portato il mondo dentro le mura scaligere.

La giuria composta da Simone Villani (presidente), Giampaolo Veronese (segretario), Marco Campolongo, Leo Ferrioli, Abbas Gharib, Cinzia Inguanta, Licia Massella e Davide Rossi si è espressa premiando le pellicole migliori.

I vincitori:

Miglior film: Anima, animae, animam (Spagna 2021) regia di Julieta Gasroc, José (Putxa) Puchades Martínez. Scritto da Julieta Gasroc, José Puchades (Putxa), David Maqueda, Marc Costa.  Cinematografia: Marc Costa. Editing: Marc Costa. Musica: Jean Du Voyage, Lisa Madsen, Rober Gonzalez, Arnaud Spicq, Daniel Lopez. Zero en conducta Produccions S.L. Cast: Elena Lalucat, Jonathan Guisado, Pino Steiner, Ramón Ródenas, David Maqueda, Bruno Valls, Julieta Gasroc, José Puchades (Putxa), Dora Cantero.
MOTIVAZIONE: per la vertiginosa riflessione en poéte sull’anima degli uomini delle donne degli oggetti, espressa con magnifica eleganza formale attraverso l’antica arte dei burattinai.

Miglior documentario: Chaylla (Francia 2022) scritto e diretto da Clara Teper, Paul Pirritano. Fotografia di Paul Pirritano, montaggio di Pascale Hannoyer e Manuel Vidal. Marc Faye Novanima Productions.
MOTIVAZIONE: per la forza con cui accompagna per ben 4 anni la lotta anche con se stessa di una giovane donna che cerca per se e per i propri figli di affrancarsi da una relazione tossica.

Miglior film di animazione: Loop (Argentina, Spagna2021) Scritto e diretto da Pablo Polledri. Produzione: Iván Miñambres Cinematografia: Leire Acha. Editing: Pablo Polledri. Animazioni di: Pablo Polledri, Arkaitz del Río, Mari Carmen Cambrills. Sound: Rafael del Campo. Musica: Joseba Beristain.
MOTIVAZIONE: per l’ipnotica, martellante leggerezza con la quale il film restituisce l’alienazione dell’essere umano in una società che lo costringe, per controllarlo, alla ripetizione coercitiva delle proprie azioni.

Miglior regia: Elena Gladkova per Non c’è strada per Jorg (Russia 2022) scritto e diretto da Elena Gladkova.
MOTIVAZIONE: con la poeticità di cui è sempre capace, Elena Gladkova osserva e ci restituisce una comunità che vive nel cuore della Russia, nella regione di Kaluga, rappresentando fotogramma dopo fotogramma l’insegnamento universale secondo cui l’umanità e le relazioni tra le persone possano coniugare con semplicità il tempo della quotidianità con l’eternità della letteratura, espressa nel fitto dialogo intertestuale con l’Idiota di Dostoevskij.

Miglior interpretazione: Kristine Utne Stiberg – Ensom Cowgirl (Cow-Girl Solitaire, Danimarca 2021) regia Gina Kippenbroeck.
MOTIVAZIONE: per l’eccezionale prova d’attrice che riesce a dare corpo alla sofferenza psichica della protagonista fino al limite della perdita dell’esame di realtà e del pericolo della follia.

Miglior soggetto: A highise laundry room (USA 2020) documentario di Fernando Sancho.
MOTIVAZIONE: per l’idea di dare la parola a un gruppo di persone che lavorano in una sorta di apartheid di fatto nel piano- lavanderia di un lussuoso grattacielo nell’Upper West Side a Manhattan, New York.

Miglior montaggio: Asmodeus (Québec, Canada 2021) scritto, diretto e interpretato da Éric Falardeau.
MOTIVAZIONE: per il virtuosismo della giustapposizione delle immagini, ossessiva, allucinata, grottesca, autoironica.

Miglior fotografia: Useless Opera Singers (Cantanti lirici inutili, Danimarca 2021) Scritto, diretto, fotografato e montato da Pablo Serret de Ena. Suono: Gustav Niepoort. Con Pablo Serret de Ena, Sarah Gerats, Emma Hoette, Benjamín Cáceres, Ludo Mathijssen, Alwin Bootsman, Tim Bürgler.
MOTIVAZIONE: con un montaggio che arricchisce e valorizza le iconiche scelte della fotografia, Cantanti lirici inutili di Pablo Serret de Ena riesce a unire spazi fisici e mentali in un concorso di cieli e luoghi artici in cui il grigio chiarore degli orizzonti si fonde con i sentimenti degli sparuti abitanti di questo tetto del mondo.

Premio speciale della giuria: Margarethe von Trotta – Zeit der Frauen (Germania, USA, 2022) Regia di Cuini Amelio Ortiz, Peter Altmann. Scritto da Cuini Amelio Ortiz, Peter Altmann. Produzione Doclights GmbH, Arte. Eng assistenteaudio/video Sascha Reymann. Editor Carsten Piefke.
MOTIVAZIONE: per la ricchezza con cui ripercorre l’intera carriera autoriale di Margarethe von Trotta attraverso un’accurata selezione d’interviste alle sue attrici, ai suoi amici e collaboratori e alla regista stessa.

Premio Dino Coltro: Giusba e il bosco (Italia, 2022) di Paolo Scolari. Scritto da Paolo Scolari e Maurizio Gioco. Musica di Francesco Pagani. Con Mauro Dal Fior, Maria Scarpa. Burattini di Beppino Rolli e Maurizio Gioco.
MOTIVAZIONE: per l’ingegnosa riscrittura della tradizione favolistica della Lessinia nell’incrocio di diversi linguaggi artistici che confluiscono nel cinema.

Premio dall’Argine: Junto con nuestros padres y amigos (Together with our parents and friends Paraguay 2022) di Sandra Flecha. Story Raúl Vega. Sceneggiatura di Alexandra Vazquez e Raúl Vega. Direttore della fotografia Armando Aquino. Montaggio Andrea Gandolfo. Cast: Nico García, Raúl Vega, Lali González, Pope Spinzi, Ana Ivanova, Hernán Melgarejo Alejandra Siquot, Silvio Rodas.
MOTIVAZIONE: per la complessa, efficace gestione del cast artistico in rapporto alle esigenze della regia.

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv