“Rivalsalieri”, il nuovo spettacolo di Modus debutta al Chiostro di Sant’Eufemia

Dopo un fermo che perdurava dal 22 febbraio riprendono finalmente le attività di modus, il teatro diretto da Andrea Castelletti, che presenta il suo nuovo spettacolo nell’ambito dell’Estate Teatrale Veronese: appuntamento martedì 28 luglio, alle 21.

Il debutto è fissato per martedì 28 luglio, ore 21, al Chiostro di S.Eufemia per replicare poi sabato 1 agosto, ore 21.15, al Chiostro di S.Bernardino, sempre a Verona. Per tutto il tempo di blocco attività il modus ha mantenuto vivo lo slogan “Torneremo a riempire i teatri” ed ora l’invito rivolto al proprio pubblico è quello di non mancare all’appuntamento tanto atteso, con lo spettacolo “Rivalsalieri. La verità è nella musica” scritto ed interpretato da Castelletti stesso per la regia di Laura Murari. Un monologo forte di parole e di musiche per riscoprire il valore del compositore veneto Antonio Salieri, musicalmente dimenticato e tutt’al più ricordato per la sua presunta rivalità con Mozart. Una figura che si è fissata nell’immaginario collettivo col film “Amadeus” come un cospiratore rancoroso nei confronti del genio di Salisburgo, ma che nella realtà era uno dei compositori più apprezzati del suo tempo e dotato di spirito allegro e di benevolenza. Salieri è stato sicuramente uno dei grandi sconfitti della Storia. Questo spettacolo vuole essere la sua rivalsa.

«Salieri è stato un musicista eccezionale ed un ottimo insegnante – spiega Castelletti – che ebbe influenza su molti grandi musicisti tra cui Mozart stesso, ma con la sua morte la sua grandezza cadde nell’oblio e la sua musica nel silenzio, vittima di un complesso meccanismo che trova diverse spiegazioni di natura politica e storico-musicale, ma anche nelle macchinazioni della famiglia Mozart e in una conflittualità che faceva buon gioco alla stampa e a una conseguente letteratura. Il Salieri del grande schermo è un personaggio di pura fantasia e col nostro spettacolo vogliamo portare sul palcoscenico la verità storica di un uomo che ha dato molto alla musica e dotato di grande umanità ma che pochi conoscono ed apprezzano».

Lo spettacolo accompagna per mano lo spettatore nella storia, intrecciando la vita di Salieri con i fatti storici dell’epoca e continui rimandi all’oggi attraverso rivelazioni sorprendenti, così come sarà sorprendente l’ascolto della sua musica.

«Abbiamo creato uno spettacolo intenso, forzuto, ma che sa anche ballare, letteralmente, sulle punte della verità, scosso dai venti della storia e dai fortunali della vita – spiega la regista Laura Murari – uno spettacolo che alterna momenti drammatici e leggeri, ironici e romantici, come solo la vita vera sa essere».

Lo spettacolo è allestito da Orti Erranti Teatro, l’unita di produzione teatrale di matrice professionistica nata in seno a Modus, che si propone con drammaturgie originali e di contenuto per un teatro contemporaneo e di ricerca.

I posti sono limitati si raccomanda quindi l’acquisto del biglietto in prevendita. Informazioni su modusverona.it, 392 3294967, info@modusverona.it.