Regia e location veronesi per il nuovo video di Cremonini

In un video dove la computer grafica la fa da padrona, l'unica location reale è il Parco Giardino Sigurtà di Valeggio. La regia del video di Cremonini è del veronese Gaetano Morbioli.

video di cremonini cesare sigurtà

È uscito il nuovo video di Cesare Cremonini con la canzone Giovane Stupida che nelle scorse settimane è già stata trasmessa in radio. Il cantante bolognese ha scelto alcune location del Parco Giardino Sigurtà per realizzare un video colorato e divertente, girato in condizioni assurde, come racconta il cantante sulla sua fanpage, poiché era appena iniziata la quarantena in Italia.

Il videoclip, infatti, è stato creato con una tecnologia particolare che ambienta Cesare Cremonini e la sua fidanzata Martina in location surreali; parte di questo video è stato realizzato nel gioiello naturalistico di Valeggio sul Mincio in una fredda giornata di fine febbraio.

Il Parco è infatti l’unica ambientazione reale che appare, e agli occhi più attenti è visibile il verde brillante del Grande Tappeto Erboso e la Panchina degli Innamorati, che vengono avvolti dalle magie del 3d. «Grazie a tutte le persone e i professionisti» afferma Cremonini, «che hanno lavorato con grande passione, in condizioni assurde, a questo nuovo progetto video».

«È il primo video musicale che guarda al futuro senza piegare la testa» spiega il cantautore. «È il frutto del lavoro di decine di professionisti del mondo della musica e dei video che in tutto questo periodo, senza dire una parola, non hanno mollato un attimo perché guidati dalle idee, che vivono e generano nuova vita. Rientriamo dalla porta della gioia e dall’amore perché li cercheremo assetati dopo i deserti».

cesare cremonini sigurtà

Attori protagonisti del videoclip di questo nuovo singolo, diretto dal regista veronese Gaetano Morbioli e nato dal soggetto ideato dallo stesso cantautore, sono proprio Cesare Cremonini e la fidanzata Martina Maggiore, alla quale l’artista ha dedicato la canzone.

Un progetto che ha visto la partecipazione di oltre 20 professionisti, 34 ballerine e la loro insegnante, 7 ginnaste, due 3D artist e il barboncino Raf. Il risultato finale è stato possibile anche grazie alla collaborazione oltre che del Parco Sigurtà (che in passato ha ospitato altri cantanti italiani per realizzare videoclip come Biagio Antonacci e Gianni Morandi), dell’Urban Dancefloor e del Centro Danza.