Pubblicato “Rocky Road to Ireland”, il secondo album dei Patricks

I Patricks fanno un passo avanti nel nome dell’irish folk acustico con il secondo album “Rocky Road to Ireland”. Il gruppo formato da cinque giovani musicisti veronesi è già conosciuto nell’ambiente musicale irish/celtic, forte di 200 concerti in tutto il nord Italia.

Ora, con il sostegno dell’etichetta Maxy Sound, la band può far ascoltare le proprie rivisitazioni di classici irish oltre i confini italiani. L’album contiene 10 tracce registrate e mixate da Max Titi, comprendenti le migliori canzoni e ballate della tradizione. Alcune di queste sono set strumentali, come “The Butterfly / Gold Stud / The Man of the House” o “Glasgow Reel / Aaron’s Key / Banshee Reel”. Altre, come “Spancil Hill” composta a metà del 1800 da Considine, affondano le radici nell’Irlanda del passato. Una terra che i Patricks amano, e di cui hanno fatto direttamente esperienza con un viaggio di band un paio di anni fa.

Il primo album dei Patricks si chiamava “Tales from Irish Waves”, e da allora i musicisti sono cresciuti: Margot Zanetti (voce), Alessio Malesani (chitarra, voce), Gabriele Girlanda (fiddle, tenor banjo), Riccardo Alberti (irish whistles, gaita), Nicolò Alberti (batteria, percussioni) sono riusciti ad incarnare con credibilità uno stile – di musica e di vita – che può sembrare non percorribile da un italiano solo a chi non ha ancora ascoltato l’album, che si caratterizza per gli arrangiamenti in chiave folk-rock, con strumenti tipici del genere, e si avvale della partecipazione nel disco di due special guest: il fonico e bassista Andrea Zenaro e il fisarmonicista Manuel Girlanda.

Rocky Road to Ireland” è un album che farà la felicità degli appassionati del genere e di chi intenda avvicinarsi alla musica celtica e alla cultura dell’Irlanda. Il disco è disponibile in tutti gli store digitali e gratuitamente su Spotify. E’ inoltre disponibile nel formato CD fisico richiedibile direttamente alla band.