PRESENTAZIONE DEL LIBRO 'LA PIEVE DI GREZZANA'

Dopo il lancio dell’opera che Pantheon ha ospitato sulle proprie pagine nell’ultimo numero, ora <italic>La Pieve di Grezzana, la Valpantena e la Lessinia</italic>, prestigioso volume di 324 pagine in carta avorio, corredato da ricca documentazione fotografica, verrà presentato ufficialmente venerdì 16 aprile, alle ore 20.30 presso il Cinema Parrocchiale Valpantena di Grezzana.

Scritto da Marco Pasa, Dario Ballini e Luciano Rognini, il volume è stato curato da Dario Ballini, edito dalla parrocchia di Grezzana, con il sostegno della Regione Veneto, Provincia di Verona, Comunità Montana e Parco della Lessinia, Comune di Grezzana, Veronesi S.p.A. e Veneto Banca.

Porta la presentazione del parroco mons. Ottavio Birtele e l’introduzione di mons. Alberto Piazzi, prefetto della Biblioteca capitolare di Verona, che ospiterà un’altra presentazione del libro nella serata di mercoledì 21 aprile.

L’opera presenta in apertura una descrizione della Valpantena, del suo paesaggio e della sua vita civile e religiosa fin dall’età medioevale. Una descrizione attenta alle comunità religiose e civili di Poiano, Quinto, Novaglie, Santa Maria in Stelle, Grezzana ma anche della Lessinia: Cerro, Erbezzo, Bosco Chiesanuova e Valdiporro.

La descrizione sposta quindi il suo interesse alle chiese e ai numerosi oratori esistenti nel Comune di Grezzana, soffermandosi, come suggerisce il titolo, sulla chiesa Santa Maria ed Elisabetta di Grezzana, arricchita dal suo caratteristico campanile romanico, protagonista in più di un’occasione e divenuto tratto distintivo nella valle, da dovunque la si guardi.

L’ultima parte del volume presenterà invece l’aspetto artistico della Valpantena, dall’età romana, al Medioevo e al Rinascimento, fino ad oggi. Verranno descritti gli artisti originari della nostra zona e le loro opere: il maestro Buoninsegna, Antonio e Zenone da Vendri, i Caliari di Poiano e Domenico da Lugo.

Un lavoro, quello che ha portato alla pubblicazione di questo volume, prezioso e interessante, che sarà certa fonte di notizie interessanti per tutti gli abitanti di Valpantena e Lessinia, un tomo da inserire con fierezza nella propria biblioteca domestica o un’occasione, per chi non ce l’avesse, di iniziare la propria personale raccolta dei lavori che trattano direttamente la nostra “Valle degli dei”.

Matteo Bellamoli
<mail=’mailto:matteo.bellamoli@giornalepantheon.it’>matteo.bellamoli@giornalepantheon.it</mail>