Papà del Gnoco: dopo la prova vestito, stasera le arringhe degli avvocati

Due giorni fa la prova del vestito per i due candidati a Papà del Gnoco 2023, Ermes Marchiotto e Fabio Prando. Stasera la sfida “giuridica” con gli avvocati.

Papà del Gnoco - prova vestito 2023
I candidati a Papà del Gnoco 2023 provano il vestito

Due giorni fa, martedì 10 gennaio, i due candidati a Papà del Gnoco 2023 si sono sottoposti alla prova del vestito, nella sede del comitato in piazza Bacanal. I vestiti, ma non cappello e scettro, che potranno essere indossati solo dal sire del Carnevale di Verona.

Continua l’avvicinamento alle elezioni di domenica 15 gennaio, dalle 8 alle 13 in piazza San Zeno. Questa sera, giovedì, alle 19 i due candidati Ermes Marchiotto “detto Fumo” (candidato numero 1) e Fabio Prando “detto Balota” (candidato numero 2), supportati dai propri avvocati difensori, dovranno convincere il collegio giudicante che le elezioni non sono da farsi perché l’avversario non ha le caratteristiche per vestire i panni del 493° Papà del Gnoco chiedendo di essere nominato direttamente Sire del Carnevale di Verona. Se così non sarà, si procederà alle elezioni popolari domenica.

LEGGI ANCHE: Incidente sul lavoro a Marano, operaio ferito alla testa

Il collegio giudicante è composto dal Decano dei Papà del Gnoco Gianni Carli “detto Balena”, il Presidente del Senato dei Papà del Gnoco Arnaldo Leso “detto Nane” e il Notaro della Contrada Andrea Perina “detto Ettore”.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE SU EVENTI, CULTURA E SPETTACOLI

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM