Oltre 40 medici suonano per beneficenza al Camploy di Verona

Domani,19 gennaio, al Teatro Camploy di Verona oltre 40 medici e professionisti della sanità svestiranno il camice bianco per suonare e raccogliere fondi per gli ospedali di Emergency e A.v.o. onlus. Nove le band che saliranno sul palco per il concerto gratuito promosso da Fidas Verona e Medici per Strada.

Medici al Camploy
I Medici per Strada in un'esibizione del giugno 2023

Sono geriatri, gastroenterologi, chirurghi, cardiologi, medici di medicina generale: per una sera si toglieranno il camice bianco e imbracceranno microfoni e strumenti musicali per beneficenza. Venerdì 19 gennaio, a partire dalle 20.45, saliranno sul palco del Teatro Camploy di Verona (via Cantarane, 32) per il concerto gratuito “Medici per Strada e Fidas per Emergency e A.v.o.”, patrocinato dal Comune di Verona.  

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE SU EVENTI, CULTURA E SPETTACOLI

Le band che si esibiranno

Sono nove le band che suoneranno e canteranno per beneficienza:

  • Oniric Motel,
  • The Randoms,
  • I dipendenti Inps,
  • Off Line,
  • Nory Mantovani e Cristiano Pallaoro,
  • A.S.L.L.L.L.,
  • Quarto Scaglione&Co.,
  • Medical Brothers,
  • AOUI Verona official band.

Ogni formazione avrà 15 minuti a disposizione e sarà introdotta da Beatrice Zuin, presentatrice della serata.  

«Saremo almeno una quarantina, fra medici, infermieri e personale sanitario accomunati dalla passione per la musica – spiega il dott. Emilio Confetti, geriatra e palliativista, voce e chitarrista di Quarto Scaglione&Co. e referente di Medici per Strada, compagine che coordina l’iniziativa –. Tra di noi c’è chi lavora all’Azienda ospedaliera di Verona, chi negli ospedali di Legnago, Bovolone, Peschiera, San Bonifacio e Negrar, ma qualcuno arriverà anche da Treviso. L’intento del concerto, alla sua seconda edizione, è di promuovere la solidarietà, il valore della vita, e di aiutare quelle associazioni che sono in prima linea in zone del pianeta in cui il diritto alla salute è più difficile da garantire».  

LEGGI ANCHE: Dramma in campo: muore 26enne fratello del calciatore del Legnago

Le offerte libere raccolte durante la serata, organizzata in collaborazione con i donatori di sangue di Fidas Verona, zona Centro, andranno infatti a favore dei progetti di Emergency – con il Gruppo di Verona che allestirà nel foyer del teatro una mostra sul Centro di chirurgia pediatrica a Entebbe, in Uganda, visitabile dalle 19.30 – e di A.v.o. onlus, realtàche ha costruito un ospedale in Costa d’Avorio. Al Camploy risuoneranno diversi generi musicali; il gran finale, con tutte le formazioni sul palco, dirette dal maestro Roberto Borini, sarà affidato alla canzone Imagine, auspicio di pace in questi tempi di guerre.  

L’invito alla cittadinanza è lanciato. «Quando c’è di mezzo una buona causa di solito le persone rispondono bene, perciò ci auguriamo tanta partecipazione – aggiunge il dott. Confetti –. Come Medici per Strada nel giugno dell’anno scorso, per ricordare la figura di Gino Strada, abbiamo organizzato insieme al Comune di Verona e ad altre associazioni un festival di musica di strada, con 43 band: è stato un successo che confidiamo di replicare».  

LEGGI ANCHE: Meloni a Veronafiere, elogio al Made in Italy

Il 19 gennaio si parlerà molto di solidarietà con i progetti avviati all’estero, dove la sanità convive con condizioni di vita difficili e strutture spesso insufficienti, ma anche di altruismo prossimo, con i donatori di sangue e plasma di Fidas Verona. «Quando noi medici prescriviamo una trasfusione, tutte le volte pensiamo che questa è il dono di una persona che ne salva un’altra», osserva il medico.  

«Donare il sangue è un gesto che non costa niente, ma che fa sempre la differenza – sottolinea Chiara Donadelli, presidente di Fidas Verona –. Perciò ringraziamo i medici e i professionisti della sanità che venerdì sera ci aiuteranno a sensibilizzare la popolazione e a incoraggiare questo piccolo-grande atto d’amore verso gli altri».  

Fidas Verona ricorda che donare il sangue è facile: basta essere in buona salute, pesare almeno 50 kg e avere dai 18 ai 65 anni. La donazione si prenota telefonando al numero verde gratuito 800.310.611 (solo da fisso), allo 0442.622867, al 339.3607451 (cellulare per telefonate/sms) o scrivendo una mail a prenota.trasfusionale@aulss9.veneto.it.  

LEGGI ANCHE: Autovelox a Verona: ecco dove sono questa settimana

Ricevi (gratis) il Verona Eventi

Scopri tutti gli eventi e spettacoli della settimana a Verona e provincia!
Esce il mercoledì

CLICCA QUI PER RICEVERLO GRATUITAMENTE!

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM