Oltre 100 figuranti a San Giovanni per la Pace di Paquara

Domenica 27 agosto a San Giovanni Lupatoto una grande rievocazione storica, presentata ieri in Provincia, che ricorda i fatti del 1233, quando Guelfi e Ghibellini, dopo una sanguinosa battaglia, deposero le armi.

La presentazione in Sala Rossa.
La presentazione in Sala Rossa.

È stata presentata ieri nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero a Verona, la rievocazione storica della Pace di Paquara, in programma domenica 27 agosto al parco dell’Adige di San Giovanni Lupatoto. Sono intervenuti: il presidente della Provincia di Verona, Flavio Pasini; il sindaco di San Giovanni, Attilio Gastaldello e l’assessore al Turismo, Debora Lerin; lo storico locale Roberto Facci; Paolo Artelio, presidente della Fondazione per il turismo “Destination Verona & Garda Foundation” e Stefano Santilli, presidente della Compagnia della Ginestra.

I fatti

L’evento rievoca i fatti del 1233, quando Guelfi e Ghibellini, dopo una sanguinosa battaglia in territorio lupatotino, vennero riuniti in località Paquara dal frate domenicano Giovanni da Schio. In riva all’Adige gli avversari sancirono la storica pace. Per rievocarla, domenica arriveranno a San Giovanni, dalle 10,30 in poi, un centinaio di figuranti quali artigiani, arcieri, giullari e cavalieri medievali. I più piccoli potranno partecipare al battesimo della sella, oppure cimentarsi nel tiro con l’arco con frecce con punte di gomma in uno spazio riservato e protetto. Prevista, inoltre, un’esibizione dei falconieri con i rapaci.

L’ingresso alla manifestazione sarà da via Porto che, per tutto il giorno, rimarrà interdetta al traffico. Verrà attivato un servizio di bus navetta, dalle 10 alle 17, con partenza dal parcheggio di via Ugo Foscolo, di fronte all’ufficio postale.

«Nei comuni della nostra provincia e in altri territori si ricordano spesso le grandi battaglie del passato con manifestazioni importanti – ha sottolineato il presidente, Flavio Pasini –. Ma oggi è fondamentale, come accade a San Giovanni, rievocare anche i momenti storici di pace. Perciò auspico che la festa di domenica sia occasione di riflessione sul valore della pace, oggi quanto mai necessaria anche ai confini dell’Europa».

«Si tratta di un evento, recentemente riportato all’attenzione della comunità dal paziente lavoro dello storico locale Roberto Facci, che la nostra amministrazione intende valorizzare anche in chiave turistica – ha spiegato il Sindaco di San Giovanni Lupatoto, Attilio Gastaldello -. Inoltre, questo appuntamento conclude il calendario del Sangiò ArtFestival che quest’anno, nonostante condizioni climatiche spesso avverse, ha visto una grande partecipazione di cittadini, lupatotini e non, a tutti gli eventi».

«Domenica una speciale moneta rievocativa verrà coniata per l’occasione e potrà essere acquistata dai presenti – ha affermato l’Assessore al Turismo di San Giovanni Lupatoto, Debora Lerin –. Ci sarà un servizio ristoro, con risotto all’isolana e altre specialità. In tarda mattinata, inoltre, ‘sveleremo’ la torta celebrativa della Pace di Paquara alla presenza dei tre pasticceri Daniele della pasticceria Lorenzetti, Emmanuele della pasticceria Alice ed Elena della Dolceria, che racconteranno il lavoro svolto per arrivare alla ricetta condivisa e offriranno un assaggio della torta a tutti i presenti».