Musica in Littorina: giovedì 6 agosto concerto jazz a Salionze

Giovedì 6 agosto gli artisti jazz Vanessa Tagliabue Yorke e gli Smashing Triad(s) si esibiranno durante la rassegna "Musica in Littorina" di Salionze di Valeggio sul Mincio.

musica in littorina Mauro Ottolini Roberto Cifarelli vanessa tagliabue yorke smashing triads

Il primo concerto del mese di agosto alla Littorina del Mincio di Salionze di Valeggio sul Mincio (VR) esplorerà il jazz classico di New Orleans, con uno spirito fedele ai modelli originali senza rinunciare a soluzioni linguistiche che parlano direttamente all’ascoltatore contemporaneo. Giovedì 6 agosto alle ore 21:30, per la rassegna Musica in Littorina, si esibiranno la vocalist Vanessa Tagliabue Yorke e gli Smashing Triad(s), ovvero Guido Bombardieri (clarinetto e sax), Enrico Terragnoli (banjo e chitarra) e Mauro Ottolini (sousaphone). L’ingresso è libero, a numero limitato, con obbligo di prenotazione dei tavoli per la cena a menù. Musica in Littorina, inoltre, si impegna a sostenere l’Associazione Bambino Emopatico Oncologico con una raccolta fondi che saranno destinati ai bambini seguiti dall’ABEO.

È una musica deflagrante quella degli Smashing Triad(s) di Mauro Ottolini e Vanessa Tagliabue Yorke. Il progetto rivela sin dal nome la sua prima fonte di ispirazione: Thomas “Fats” Waller. Una figura storica con la quale Ottolini condivide alcuni tratti salienti: il carisma, l’approccio goliardico (talvolta) e vulcanico (sempre). Il jazz primigenio di New Orleans degli anni Venti e Trenta, passione apertamente confessata da Ottolini, che a questo coinvolgente stile del jazz classico ha dedicato diversi progetti, viene proiettato verso la contemporaneità, che è l’altro polo di attrazione della musica di Ottolini. Ed eccoci così catapultati nelle rivoluzioni estetiche di un repertorio che passa da W.C. Handy, Maceo Pinkard e “Fats” Waller a Leonard Cohen e Tom Waits. Ingredienti dai quali, per via di ricerca timbrica e formale, gli Smashing Triad(s) se ne escono con una rivisitazione fantascientifica del jazz di New Orleans o, se preferite, una sorta di Fight Club armonico con colonna sonora swing.

Gli Smashing Triad(s) sono un quartetto dall’insolita strumentazione (dove mancano piano, basso e batteria) e dalla ormai lunga storia, al cui affiatamento contribuisce anche il fatto che i musicisti che lo compongono seguono Ottolini in varie altre sue formazioni, compresi i celeberrimi Sousaphonix: siamo in compagnia di una vera confraternita musicale.

La vocalist Vanessa Tagliabue Yorke, in particolare, condivide con Ottolini l’ideazione di questo progetto, al servizio del quale ha messo tutta la sua passione ed esperienza nel campo del jazz tradizionale.

L‘ingresso è libero a numero limitato con obbligo di prenotazione dei tavoli per la cena a menù.