“Moonlight”, secondo appuntamento di “R-estate” al Teatro Ristori

Prosegue la rassegna estiva del Teatro Ristori, R-estate – Il suono dopo il silenzio, con il secondo appuntamento che vedrà protagonista la pluripremiata pianista veneziana Gloria Campaner, venerdì 10 luglio alle ore 20.00. L’artista con il suo Moon -light, porterà sul palco del Teatro Ristori musiche di Respighi, Beethoven, Berio, Chopin e Debussy.

credits Jarek Wierzbicki

Atmosfere rarefatte, armonie liquide, riflessi d’acqua e chiari di luna sono lo scenario sonoro di “Moon – Light”, un viaggio musicale che inizia coi colori del crepuscolo per raggiungere senza interrompersi mai la tersa luce dell’alba e l’inizio di un nuovo giorno. Il programma di Moon – light inizia con il “Notturno” di O. Respighi, “Moonlight Sonata” di L.v. Beethoven, “Wasserklavier” di Berio e alcuni preludi di Chopin. Si conclude poi con cinque composizioni di Debussy: “Reflets dans l’eau”, “Clair de Lune”, “La cathedral engloutie”, “Les collines D’anacapri”, “L’isle Joyeuse”.

Pianista veneziana, con più di venti vittorie in concorsi nazionali ed internazionali, svolge attività concertistica nei principali Festival e Stagioni in ogni continente. Gli impegni recenti, con orchestra e in recital, comprendono i tour in Europa, Cina, Giappone, Sud Africa, Armenia, Libano, USA, Israele, America Latina, India, Isola di Pasqua, e anche Birmania.

Appassionata camerista ha collaborato con Johannes Moser, Ivry Gitlis, Ana Chumachenco, Michael Kugel, Sergei Krylov, il Quartetto di Cremona, l’Azahar Ensemble, il Borusan Quartet, Tamsyn Waley-Cohen, Angela Hewitt, Igudesman & Joo solo per nominarne alcuni così come con i solisti di molte orchestre prestigiose (Berliner Philharmonic, Filarmonica della Scala, Orchestra Nazionale di  Santa Cecilia a Roma, Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam, Seattle Symphony Orchestra e  Metropolitan Opera of New York). Sempre attenta alla musica contemporanea è dedicataria di numerosi lavori eseguiti in prima assoluta di compositori quali Marton Illès, Marcello Abbado, Jorg Widmann, Vittorio Montalti, ‪Giovanni Sollima; amante della sperimentazione ha collaborato con jazzisti internazionali fra cui Leszek Mozdzer e Stefano Bollani. Ha registrato per vari canali televisivi e radiofonici (es. RAI, CNN, Sky Classica, Sky Arte, RTSI-Svizzera).

Nel 2018 è uscito il nuovo cd dedicato a Schumann con l’Orchestra della Fenice ed il M° Axelrod (Warner, nomination ICMA 2020), dopo quello dedicato a Rachmaninov con l’Orchestra Sinfonica Nazionale-RAI e il M° Jurai Valcuha (Warner) e il cd solistico che comprende composizioni di Schumann e Rachmaninov (Emi). Sempre attenta ai meno fortunati, è stata madrina di molte attività benefiche che sostiene attivamente. Ideatrice dell’innovativo progetto See Sharp (workshop di creatività musicale per giovani musicisti) tiene corsi e masterclass in Italia ed all’estero. Nel 2014 ha ricevuto una Fellowship dal prestigioso Borletti Buitoni Trust. Dal 2018 è Direttore Artistico dell’Associazione Musicale “Bellini” (Messina) e nello stesso anno ha ottenuto la cattedra di pianoforte come ‘guest professor’ alla Nelson Mandela University di Port Elizabeth (Sudafrica).

I biglietti per la rassegna R-Estate – Il suono dopo il silenzio, saranno acquistabili in concomitanza dell’apertura della biglietteria, prevista sempre 2 giorni prima dello spettacolo dalle 16 alle 19.30. Le sere di spettacolo dalle 17 alle 20.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il sito del Teatro Ristori: www.teatroristori.org  Per accrediti stampa scrivere a: ufficiostampa@teatroristori.org