Mille Miglia al Castello Scaligero: passione su ruote anche in tempo di Covid

Ieri la 1000 Miglia è transitata da Villafranca, al Castello Scaligero. Il passaggio è stato reso possibile dalla collaborazione dell'Automobile Club Verona e il Comune di Villafranca di Verona, che nonostante lo slittamento di cinque mesi dell'evento hanno ottenuto la conferma dell'inserimento nel percorso.

burst

La 1000 Miglia continua ad affascinare. Ieri, giovedì 22 ottobre, la carovana della Freccia Rossa è transitata da Villafranca, al Castello Scaligero, per una giornata che è tornata a colorare la provincia di Verona con i rumori e il fascino di un evento senza pari nel mondo.

L’Automobile Club Verona e il Comune di Villafranca, in collaborazione con 1000 Miglia Srl la società che organizza l’evento, hanno allestito uno passaggio davanti e dentro al Castello Scaligero, dove i concorrenti hanno affrontato uno dei controlli a timbro della gara, ovvero dei controlli obbligatori di passaggio previsti dal regolamento della corsa.

Rispetto al consueto, sono state adottate tutte le norme di contenimento dell’emergenza Covid-19. All’ingresso del Castello Scaligero l’Automobile Club Verona ha allestito due aree hospitality accessibili solo su invito e comunque con ingressi contingentati rispetto alle iniziali capienze stimate. Gli ospiti hanno compilato un’autocertificazione passando attraverso un’area triage con misurazione della temperatura. Obbligatorio l’uso della mascherina.

Anche il controllo a timbro è avvenuto con un sistema “contactless” che ha consentito il regolare svolgimento delle operazioni sportive senza che concorrenti e operatori di servizio venissero in contatto. Il sistema è infatti funzionato con un’applicazione digitale che ha permesso di registrare il passaggio in maniera del tutto virtuale ma regolamentare ai fini della corsa.

La prima vettura, partita da Brescia alle 14:00, è giunta a Villafranca nel primo pomeriggio, punto importante del percorso della prima tappa da Brescia a Cervia-Milano Marittima. Al fine di dare un contributo concreto alla necessaria limitazione del rischio di assembramenti lungo le vie e le piazze di Brescia, favorendo allo stesso tempo la più ampia partecipazione del pubblico che con passione segue la competizione, per la prima volta quest’anno è stato possibile assistere alla partenza in live streaming, dove verrà trasmesso anche l’arrivo. L’Automobile Club Verona ha a sua volta generato alcuni collegamenti streaming sulla pagina Facebook ufficiale per garantire visibilità del passaggio anche ai veronesi.

Tante le vetture che hanno portato a Villafranca sprazzi di normalità seppure a distanza e dietro le oramai familiari mascherine. Esemplari costruiti dal 1927 al 1957 (gli anni in cui la Freccia Rossa fu gara di velocità) che hanno fatto fare un salto indietro nel tempo, come da tradizione quando passa la 1000 Miglia. Gli equipaggi della trentottesima edizione della rievocazione storica della corsa disputata dal 1927 al 1957, sono transitate lungo le strade di Villafranca di Verona entrando dalla SP24 via Custoza, proseguendo per tutta la via fino a via Pace, Corso Vittorio Emanuele II e arrivando presso il Castello Scaligero.

Prima delle 400 vetture, sono stati il Ferrari Tribute to 1000 Miglia, evento collaterale della manifestazione con l’esordio delle hypercars del Supercar Owners Circle, ad inaugurare il passaggio.

«1000 Miglia, una storia che continua. Sicuramente con coraggio, dato i tempi che corrono, ma credo che tutta l’organizzazione abbia fatto uno sforzo immane per garantire un’edizione rispettosa delle norme ed ugualmente spettacolare» afferma Adriano Baso, presidente Automobile Club Verona. «Da parte nostra la collaborazione con il Comune di Villafranca è stata eccezionale, lo scorcio del Castello è stato sicuramente uno dei momenti che i concorrenti ricorderanno in maniera nitida di questa prima tappa e il ringraziamento va a partners e staff che hanno lavorato in sinergia per permettere questo passaggio. Inauguriamo questa nuova delegazione, la diciottesima della nostra rete, in una realtà d’eccellenza come TOMASI AUTO. Conosco da tempo la Famiglia Tomasi e apprezzo la loro determinazione e la loro volontà di imprenditori: avere la possibilità di collaborare insieme è sicuramente un valore aggiunto per l’Automobile Club Verona. Un in bocca al lupo anche per il lavoro di questo nuovo showroom multimarca, fiore all’occhiello del tessuto imprenditoriale di Verona».

«Siamo davvero molto orgogliosi di questa giornata» gli fa eco Riccardo Cuomo, direttore Automobile Club Verona. «Dopo il primo rinvio non era sicuro che Villafranca sarebbe rimasta anche nel nuovo percorso, ma grazie alla nostra determinazione e a quella del Comune di Villafranca, su tutti del Sindaco Roberto dall’Oca, ha permesso che questo passaggio si realizzasse. È stato emozionante e credo che abbia aiutato tutti noi a capire che, insieme, possiamo farcela a superare questo momento difficile per tornare molto presto alla normalità».

«Dispiace che questa corsa sia capitata in questo momento, ma è un segnale importante che vogliamo dare. La vita va avanti, abbiamo voluto ospitare il passaggio della 1000 Miglia, e ringrazio l’Automobile Club Verona per la disponibilità, perchè per noi è orgoglio e promozione della nostra città» afferma Roberto Dall’Oca, sindaco di Villafranca di Verona.

«Verona è per noi un passo importante in quanto si inserisce in un’ottica di crescita aziendale che abbiamo disegnato sul medio e lungo termine e sarà quindi fondamentale per costruire il futuro di TOMASI AUTO» conclude Franco Tomasi, Ad di Tomasi Auto. «La collaborazione con l’Automobile Club Verona è un imprescindibile valore aggiunto, e ringrazio il Dott. Baso e il Dott. Cuomo per averci dato questa opportunità».

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI SPETTACOLO