Martedì a Verona Lino Guanciale interpreta l'”Europeana” di Ouředník

Martedì 17 gennaio andrà in scena al Teatro Camploy di Verona “Europeana. Breve storia del XX secolo”: l'attore Lino Guanciale interpreterà l'omonimo romanzo di Patrik Ouředník in un viaggio tra le innovazioni e le contraddizioni del secolo scorso.

Lino Guanciale Verona
Lino Guanciale

Primo appuntamento dell’anno con L’Altro Teatro al Camploy. Martedì 17 gennaio alle 20.45 andrà in scena “Europeana. Breve storia del XX secolo”, ovvero il Novecento di Ouředník interpretato da Lino Guanciale, un vortice di contraddizioni che travolge il pubblico.

Lo spettacolo

Lo spettacolo diretto e interpretato da Lino Guanciale, volto noto e amato del teatro e della televisione italiana, si basa sull’omonimo libro dello scrittore Patrik Ouředník, nato a Praga e parigino d’adozione. Il testo è un susseguirsi di flash dalla storia europea novecentesca che riassume un secolo denso di entusiasmi, tragedie, slanci, efferatezze, sarcasmi, passioni e guerre. Come fosse un cronista giunto da un altro pianeta o dal futuro, venuto a raccogliere brandelli della civiltà europea nel più contraddittorio dei suoi secoli, il praghese Patrik Ouředník attraversa con il suo Europeana il Novecento, passando con disinvoltura dall’uso dei gas nelle trincee della Grande Guerra all’invenzione del reggiseno, dallo sbarco di Normandia alla comparsa di frigoriferi e asciugacapelli.

Ne viene fuori un racconto del nostro recente passato, terribile e divertente a un tempo, incredibile e semplice, dove eccezionalità e frivolezza trovano tutte un loro posto. Lino Guanciale prende il fiume di episodi e racconti dello scrittore e li trasforma un grande respiro, in una frase lunga uno spettacolo, dove si passa in un colpo dalla tragedia alla farsa e viceversa. La messa in scena segue la linea del romanzo ridandone fedelmente l’anima in un vortice di contraddizioni attraverso dati e date, tragedie d’ogni genere, progressi scientifici ed invenzioni che hanno cambiato la nostra vita.

Leggi anche: La storia di Giorgio Perlasca in scena al Teatro Camploy di Verona

Dialoga con lui Marko Hatlak, suo doppio in musica, che come un funambolo della fisarmonica viaggia nell’universo dei suoni senza limiti e offre un intelligente e divertito contrappunto musicale, fatto di altri frammenti che richiamano ulteriori storie, in uno scambio serrato tra recitazione e musica.

Uno spettacolo che è allo stesso tempo reading, monologo e concerto e racconta l’altra faccia dell’Europa, il doppio fondo della storia, dentro una sequenza di eventi che non accadono in modo lineare, ma si incrociano: cose avvenute in contemporanea, salti indietro e avanti, all’improvviso, lungo tutto il secolo, che così viene più volte ripercorso, facendo rileggere gli stessi anni da punti di vista differenti. Il giorno di spettacolo alle 18.30 Lino Guanciale incontrerà il pubblico al Teatro Camploy.

Biglietti

  • Intero 14 euro;
  • Over 65 12 euro;
  • Under 30 10 euro;
  • Convenzioni 11 euro.

Biglietti in vendita presso Box Office in via Pallone 16 (lunedì/venerdì 90.30 – 12.30/15.30 – 19, sabato 09.30/12.30 – tel. 045/8011154) oppure online su BoxOfficeLive e MyArtEven.

Il botteghino del Teatro Camploy sarà aperto la sera dello spettacolo a partire dalle 20.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE SU EVENTI, CULTURA E SPETTACOLI

Lino Guanciale

Nato nel 1979 ad Avezzano (L’Aquila), dopo alcuni trascorsi rugbistici (selezione Nazionale under 16 e under 19), si iscrive all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, dove si diploma nel 2003 e ottiene il Premio Gassman come miglior allievo degli ultimi dieci anni. Subito dopo inizia a lavorare in teatro, prima con Gigi Proietti (Romeo e Giulietta, spettacolo inaugurale del Globe Theatre di Roma), poi con Claudio Longhi (Il Matrimonio di Figaro, La solitudine dei campi di cotone, Sallinger, Prendi un piccolo fatto vero) e Franco Branciaroli.

Al cinema esordisce nel 2008, interpretando Wolfgang Amadeus Mozart in Io, Don Giovanni di Carlos Saura, cui segue La prima linea di Renato De Maria. In tv ha interpretato le fiction Il segreto dell’acqua di Renato De Maria, le tre stagioni di Una grande famiglia (per la regia di Riccardo Milani e Riccardo Donna) ed è stato protagonista maschile di alcune serie di grande successo in onda sulle reti Rai: Che Dio ci aiuti 2 e 3, La dama velata, le due stagioni di Non dirlo al mio capo e La porta rossa, le tre stagioni di L’Allieva. Dal 25 gennaio è Il Commissario Ricciardi nella serie di Alessandro D’Alatri in onda su Raiuno. Prossimamente lo vedremo in Sopravvissuti.

Leggi il Verona Eventi

Scopri tutti gli eventi e spettacoli della settimana a Verona e provincia!
Esce il giovedì

CLICCA QUI PER RICEVERLO GRATUITAMENTE!

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM