“LibrOrchestra”, Garilli: «L’obiettivo è muovere pensieri e riflessioni»

Oggi, 14 luglio, è intervenuta a Buongiorno Verona Live Elisabetta Garilli, direttrice artistica del festival itinerante "LibrOrchestra", che prenderà il via proprio a Verona.

A Verona, durante l’estate 2021, il fervore culturale non manca. In città e dintorni sono, infatti, in programma moltissime iniziative interessanti, tra cui il festival itinerante “LibrOrchestra”, promosso e organizzato dall’Atelier Elisabetta Garilli. Proprio la sua direttrice artistica Elisabetta Garilli è intervenuta oggi, 14 luglio, a Buongiorno Verona Live, per promuovere quest’iniziativa.

«Il focus di questo progetto, come si può notare dal suo sottotitolo “musica da leggere”, sta nella fusione tra il suono della parola e la musica – spiega Garilli -. Ci siamo interrogati sul ruolo e sul significato di “comunità educante”, ossia una comunità in cui i suoi membri sono sia attori che registi, una comunità, dunque, che si interroga attraverso le arti, che a loro volta portano ad una riflessione per ragionare attorno a un problema e trovare soluzioni».

«L’obiettivo fondamentale del progetto – continua la direttrice artistica del festival – è costruire un dialogo con le famiglie e trasmettere un messaggio culturale ai bambini e alle bambine».

La prima tappa di questo festival itinerante sarà proprio a Verona, ma successivamente il progetto sarà trasferito in altre città, in modo tale da «nominare quei territori che sono stati scelti da persone importanti che lavorano dentro le biblioteche e che sono, quindi, costantemente in contatto con una società che sta cambiando» dichiara Elisabetta Garilli.

«È stata una sfida enorme organizzare un evento itinerante di questa portata ma la risposta è altissima, forse proprio in virtù dell’esigenza delle persone di dialogare in un sentiero di costruzione culturale importante – conclude la direttrice artistica -. Questo, comunque, è solo l’inizio, sono in programma altri appuntamenti che daranno la spinta necessaria per generare nuovi pensieri».