“LE MONTAGNE DEI BAMBINI” COLORANO IL FILM FESTIVAL

Verrà inaugurata oggi la speciale sezione che il <italic>Film Festival della Lessinia</italic> dedica quest’anno ai bambini. Protagonisti indiscussi sono gli animali: orsi, gatti, marmotte; addirittura ragni, mosche e creature immaginarie. A dare il via, alle 16, alle proiezioni che, con <italic>Le Montagne dei bambini</italic>, la rassegna di Bosco Chiesanuova (Verona) ha pensato per i più piccoli è un’anteprima: arriva per la prima volta in Italia la serie di cartoni <italic>Masha i medved – Masha e l’orso </italic>di D. Chervyatsov, O. Kuzovkov, O. Uzhinov, M. Nefedova (Russia 2010).

Singolari attori sullo schermo sono la piccola peste Masha e il simpatico orso Mishka: amici uniti da una tenera amicizia e sempre pronti a nuove avventure. A seguire le vicende sui rami di una pianta di Un gato en el árbol – Un gatto sull’albero di David Gautier (Spagna 2009); la storia della mosca Bruno, di Jürgen Haas (Germania 2008), che s’impiglia nella ragnatela di un ragno musicista e ne nasce così un concerto a due; Komaneko no Christmas. Maigoninatta Present – Il Natale di Komaneko. Un regalo perduto del regista Tsuneo Goda (Giappone 2009), che narra il viaggio del piccolo Koma (insieme all’amico Radi-bo) per raggiungere i genitori per le feste natalizie; infine Urs di Moritz Mayerhofer (Germania 2009), dove Urs e l’anziana madre lasciano il buio paese nel quale vivono per scalare un’alta vetta e raggiungere il sole. I film d’animazione rappresentano una delle grandi novità della sedicesima edizione della kermesse veronese: sono 12 le animazioni a concorrere all’assegnazione del Premio dei bambini, votato dai giovani spettatori che nel corso della settimana assisteranno alle proiezioni pomeridiane. In programma anche una selezione internazionale di opere provenienti da 8 paesi: Francia, Germania, Giappone, Grecia, Inghilterra, Spagna, Portogallo, Russia e Usa.

È un omaggio all’ambiente quello che la kermesse scaligera propone, dalle 18, nella sezione Altre montagne. In programma le due pellicole La natura che cura di Michael Wachtler (Italia 2010) e Santina da Fusio di Mirto Storni (Svizzera 2009). Già dalle 9 del mattino, con La medicina dei semplici a cura del Museo civico etnografico di Bosco Chiesanuova, è prevista un’escursione guidata alla scoperta delle erbe officinali della Lessinia.

Le proiezioni delle opere cinematografiche in Concorso proseguono alle 21 nella sala del Teatro Vittoria con la visione di due pellicole: Urs di Moritz Mayerhofer (Germania 2009) e Bergblut – Sangue di montagna di Philipp J. Pamer (Germania 2010). Ambientato nel 1809, il film propone la storia della giovane bavarese Katharina, costretta a seguire il marito sui monti del Tirolo, dove vive le tragiche vicende della guerra d’indipendenza guidata da Andreas Hofer. Al termine della visione il regista Philipp J. Pamer e alcuni attori del film incontreranno il pubblico del Festival.

Proseguono infine, nella Piazza del Festival, gli appuntamenti editoriali presso la Libreria della Montagna con la presentazione del volume Orchidee d’Italia. Guida alle orchidee spontanee: racconto fotografico (Edizioni Il Castello) di Ennio Agrezzi.

Bosco Chiesanuova è raggiungibile con l’autolinea 10 dell’Atv-Azienda Trasporti di Verona. Fino al 28 agosto è attiva una linea notturna gratuita del Film Festival della Lessinia con partenza da Piazza Borgo alle 24 e rientro a Verona alle 00.50 circa.

Biglietti e abbonamenti sono in prevendita presso il Teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova (Verona), in Piazza Marconi, dalle 9-13 e 15-21. Gli ingressi alle proiezioni sono acquistabili anche online su www.greenticket.it e nei punti vendita del circuito Greenticket. Informazioni: +390457050789 e info@filmfestivallessinia.it.

I prossimi appuntamenti con il Film Festival della Lessinia:
Le proiezioni dedicate ai bambini proseguono martedì 24 agosto, alle 16, con Koda, fratello orso
di Aaron Blaise e Robert Walker (Usa 2003). Un omaggio speciale è quello che il Festival di Bosco ha riservato, alle 18, a Mario Rigoni Stern con la visione dei documentari: La Grande Rogazione con Mario Rigoni Stern di Renato Morelli (Italia 1994) e I recuperanti di Ermanno Olmi (Italia 1970). Le proiezioni in Concorso continuano alle 21 con Altzaney di Nino Orjonikidze e Vano Arsenishvili (Georgia 2009); a seguireHimalaya, le chemin du ciel – Himalaya, il sentiero del cielo di Marianne Chaud (Francia 2009) e Felicità di Salomé Aleksi (Georgia 2009).

Altri eventi nella Piazza del Festival:
Alle 17.30 nella Piazza del Festival è in programma per i più piccoli la Merenda con l’orso: laboratorio per preparare vasetti con miele e noccioline a cura del Museo civico etnografico di Bosco (iscrizione 3 euro). Dalle 23, con il Dopofestival, è prevista una serata pizza a cura della pizzeria La Caneva.

Marta Bicego
<mail=’mailto:marta.bicego@giornalepantheon.it’>marta.bicego@giornalepantheon.it</mail>