Lazise, il cuore del turismo gardesano

A Voglia di Festa, il sindaco Luca Sebastiano e l'assessora alle manifestazioni Elena Buio, presentano l'estate a Lazise

Luca Sebastiano e Elena Buio
Luca Sebastiano e Elena Buio

Lazise, è conosciuto per essere uno dei comuni più rappresentativi del nostro lago, oltre che un vero e proprio punto di riferimento per il turismo gardesano. Ogni anno migliaia di turisti vengono a passeggiare su queste sponde, rendendolo una meta assolutamente immancabile in qualsiasi itinerario. «La stagione estiva è ripartita alla grande, nonostante le restrizioni», racconta il sindaco Luca Sebastiano, «Del resto, a Lazise la qualità della vita è molto elevata. Speriamo che questo andamento permanga nel tempo, anche con questa Spada di Damocle sulla testa».

Gli eventi estivi a Lazise non sono mancati nemmeno nel 2020, anche se poi ne è stata cancellata una buona parte per motivi di ordine pubblico. Tuttavia, l’alto indice di gradimento da parte dei visitatori (soprattutto stranieri), ha incoraggiato la Proloco a riorganizzare nuovamente delle manifestazioni per quest’estate, in modo da impressionare chi ne prende parte, e magari invogliarli a tornare.

Lago di Garda, luogo d’amore e divertimento

Lazise ha già avuto un buon riscontro ad inizio estate con l’85° edizione del Palo della Cuccagna. Questa è una delle più antiche tradizioni del Lago di Garda, con la particolarità di avere il palo orizzontale sull’acqua, recentemente allungato di due metri, pronto a raccogliere la sfida di chiunque voglia provare a camminarci sopra.

Inoltre, il festival “Lago di Garda in love”, che coinvolge appunto il comune di Lazise, quest’anno avrà luogo durante la settimana della notte di San Lorenzo (dal 7 al 15 agosto), invece che durante lo scorso San Valentino, per motivi di lockdown. In particolare, la notte del 10 agosto troveremo al porto di Lazise degli spettacoli musicali ad intrattenerci anche con degli effetti scenici particolari.

«Il messaggio che vogliamo comunicare è che Lazise è vivibile non solo con la bella stagione, ma dodici mesi all’anno. Anche d’inverno il lago rimane un luogo romantico e suggestivo, bisogna solo investirci. Ad esempio, ai nostri mercatini di Natale c’è sempre grande affluenza.», dichiara l’assessora alle Manifestazioni Elena Buio. E a proposito di mercatini, seguirà poi la Festa dell’Ospite, con lo scopo di promuovere le associazioni comunali: troveremo espositori con bancarelle e concerti nelle piazze, in particolare Pacengo, ha un cartellone musicale molto ricco.

Uno sguardo all’inverno e l’importanza dello streaming

Dopo l’estate ad ottobre troveremo la già nota fiera “I Giorni del Miele“, che anche quest’anno si farà all’aperto, e anche in caso di pioggia. In seguito, prenderà il via la stagione invernale con tutti gli eventi in Dogana, che nel 2020 si sono salvati grazie allo streaming.

«Durante i vari lockdown, abbiamo voluto provare a svolgere comunque gli eventi con questa modalità dello streaming. Ci siamo resi conto che, anche se non erano in molti a collegarsi alla diretta, l’evento veniva visualizzato successivamente, come un effetto a lungo termine. Inoltre, penso che non organizzare eventi per troppo tempo, faccia perdere poi la voglia di ricominciare a lavorare su progetti, che siano vecchi o nuovi» aggiunge Buio.

Si potrebbe dire che, a Lazise la stagione non finisce con l’estate, ma continuerà a regalarci nuove sorprese, nonostante i tempi duri che incombono.

radio adige tv

👇 Ricevi il Daily! È gratis 👇

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP 👈
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM 👈