LA VERITA' SULL'ORSO DINO AL XVI FILM FESTIVAL DELLA LESSINIA

In Lessinia ha fatto la sua prima comparsa, nella primavera scorsa, e proprio in Lessinia è destinato ad essere svelato il mistero che riguarda l’orso Dino. Di questo si parlerà venerdì 27 agosto alle 17, presso la Sala Olimpica del Teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova (Verona), nell’incontro <italic>Bentornato orso in Lessinia</italic>.

Ospite del XVI Film Festival della Lessinia – che quest’anno ha dedicato all’orso una sezione speciale della sua programmazione – è Claudio Groff con inedite rivelazioni e un racconto fotografico che ha come protagonista l’ormai famoso plantigrado delle caverne. L’esperto dell’Ufficio faunistico della Provincia Autonoma di Trento presenta una panoramica sulla presenza dell’orso sulle Alpi, dalla scomparsa alla successiva ripopolazione.

L’esemplare “M5” – ribattezzato con il nome “Dino” dopo le incursioni che dalla Slovenia l’hanno portato in Trentino, sui Monti Lessini e nel Vicentino – è, secondo Groff, il simbolo di cosa può accadere a livello di emigrazione spontanea di questi animali. Non è un controsenso, secondo l’esperto, aver perso soldi per farlo scomparire e, dopo cento anni, investirne altri per farlo ritornare.

La programmazione della sedicesima edizione del Film Festival della Lessinia prosegue mercoledì 25 agosto alle 16 con <italic>Le Montagne dei bambini</italic> e le animazioni per i più piccoli: Masha i medved – Masha e l’orso di D. Chervyatsov, O. Kuzovkov, O. Uzhinov, M. Nefedova (Russia 2010); Os Trasfromadores – I Trasformers (Portogallo 2009) e FC Murmeli di Jochen Ehmann e Dustin Rees (Svizzera 2008); To Horio – Il villaggio di Stelios Polychronakis (Grecia 2010) e The Gruffalo di Jakob Schuh e Max Lang (Inghilterra 2009). Le proiezioni delle opere in Concorso previste alle 18 sono Buob, Quescha! – Stai zitto, bambino! di Gion Tschuor (Svizzera 2009); La Yerbabuena. Comunidad en resistencia – La Yerbabuean. Una comunità in resistenza di Nicolas Défossé (Messico 2008); Wilde Pyrenäen. Berge des Lichts – Pirenei selvaggi. Montagne di luce di Jürgen Eichinger (Germania 2009). Dalle 21 è possibile assistere alle proiezioni di Le cheval de l’Everest – Il cavallo dell’Everest di Berndard Germain (Francia 2009); Les Mystères de Snaefellsjökull – I misteri dello Snaefellsjökull di Jean-Michel Roux (Francia 2009) e di Otchlan – Abisso di Wojciech Kasperski (Polonia 2009).

Partenza alle 9 dalla Piazza del Festival per un’escursione guidata Sulle tracce di Bertoldo, a cura del Museo etnografico di Bosco Chiesanuova. Alle 17, presso la Libreria della montagna, è prevista la presentazione del volume Le storie di Bartoldo (Edizioni Curatorium Cimbricum Veronense) di Ezio Bonomi. La rassegna prosegue fino alle 23, col Dopofestival, e una degustazione di gnochi sbatui a cura di Bottega Cimbra.

I prossimi appuntamenti con il Film Festival della Lessinia:
Il Festival prosegue giovedì 26 agosto alle 16 con il film L’ours – L’orso di Jean-Jacques Annaud (Francia, USA 1988). In programma alle 18 l’evento speciale Tgr Montagne con Roberto Mantovani e Alberto Gedda. A seguire la visione di Genius loci – Lo spirito del luogo in Alto Adige di Duccio Canestrini, Luciano Stoffella (Italia 2010) e di Am Eisstrom des Grossglockner – Sugli argini del fiume di ghiaccio del Grossglockner di Matti Bauer (Germania 2009). Le proiezioni delle opere in Concorso proseguono alle 21 con A la vita! di Sandro Gastinelli e Marzia Pellegrino (Italia 2010); Anarekli – Riflesso di Giorgi Mrevlishvili (Germania, Georgia 2010).

Altri eventi nella Piazza del Festival:
Alle 17 in Sala Olimpica: Tra le montagne del Sikkim, racconto fotografico di Ursula Swoboda. Alle 17.30 per Le Montagne dei bambini il laboratorio per i più piccoli Disegna il tuo orso.

Marta Bicego
<mail=’mailto:marta.bicego@giornalepantheon.it’>marta.bicego@giornalepantheon.it</mail>