La musica rinascimentale dei Cantimbanco alla Pesciara di Bolca

L’atmosfera giocosa di madrigali e ballate, ispirata dalla lettura di novelle sul vino. È l’originale connubio proposto, domenica 10 luglio alle 15, dall’ensemble dei Cantimbanco per il terzo appuntamento della rassegna <italic>Voci e Luci in Lessinia</italic> che, per la prima volta, esplora il repertorio della musica rinascimentale. Si preannuncia, quindi, un’esibizione del tutto singolare quella in programma nella laguna pietrificata della Pesciara di Bolca a Vestenanova: luogo simbolo del tempo e scrigno di tesori fossili del sito paleontologico veronese noto fin dal Cinquecento.

Il quintetto – composto da Cinzia Meneghel (mezzo soprano), Matteo Zenatti (tenore), Elena Bertuzzi (soprano), Andrea Favari (basso) e Stefano Rocco (tiorbista) – propone un genere, fino a oggi, mai ascoltato nei concerti della rassegna veronese: la musica rinascimentale. Un incontro, tra presente e passato, che avviene attraverso una delle figure più misteriose del Rinascimento italiano: il cantimbanco. Con i suoi componimenti allettava le orecchie, divertiva le menti e si avvicinava ai cuori di chi lo ascoltava. Portava la melodia nelle piazze, intratteneva i passanti, raccontava storie vere di paesi distanti e invenzioni fantastiche di luoghi vicini. Proprio al cantimbanco si ispira il gruppo madrigalistico veronese, che presenta la musica e la letteratura del periodo rinascimentale con strumenti antichi, come la tiorba – grande liuto a corde pizzicate –, i cui suoni si mescolano a parole e canto. In vino veritas? è il titolo del racconto musicale proposto in Lessinia con l’esecuzione di madrigali intervallata dalla lettura di novelle dedicate al vino.

* In caso di maltempo il concerto (ingresso 10 euro) si terrà, alle 16, nella Sala conferenze del Museo dei fossili di Bolca. La Pesciara è raggiungibile a piedi, in circa 15 minuti, percorrendo la strada sterrata che scende da contrada Brusaferri. Per i possessori del biglietto del concerto, il sito è visitabile gratuitamente già a partire dalle 10 del mattino.

<italic>Voci e Luci in Lessinia </italic>è realizzata da Comunità Montana della Lessinia e Parco Naturale Regionale della Lessinia con il contributo della Provincia di Verona – Assessorato alla Cultura, Identità Veneta e Manifestazioni Locali per il Tempo Libero e Assessorato alle Risorse Umane, Protezione Civile, Politiche Montane e Rapporto con gli Enti Montani –, Regione Veneto Direzione Pianificazione Territoriale e Parchi Direzione Beni Culturali. La rassegna gode del sostegno del Comune di Ala, della Cassa Rurale Bassa Vallagarina, del Consorzio Bim Adige. L’organizzazione degli eventi è affidata alle associazioni Aìssa Maìssa e Film Festival Lessinia, con la direzione artistica di Alessandro Anderloni.

Info: Ufficio Iat Lessinia in Piazza della Chiesa 34 a Bosco Chiesanuova (Verona), dalle 9-13 e 14.30-18.30 (escluso il lunedì pomeriggio). Telefono: 045.7050088 e 347.7137233; email: <mail=’mailto:info@vocieluciinlessinia.net’>info@vocieluciinlessinia.net</mail>; sito internet: <link=’http://www.vocieluciinlessinia.net’ class=’_blank’>www.vocieluciinlessinia.net</link>.

Marta Bicego