La Blu di Russia Ginette è il “Gatto più bello del mondo”

È stata premiata ieri sera, nella cornice della Gran Guardia di Verona, Ginette, la Blu di Russia votata come "Gatto più bello del mondo". Medaglia d'argento per la "veronese" Kallistè, una Sacro di Birmania chocolate di San Giovanni Lupatoto.

Gatti più belli del mondo
A sinistra la veronese Kallistè in braccio a "papà" Massimiliano. A destra Ginette, vincitrice assoluta

Mantello corto argentato, corpo affusolato e grandi occhi verdi. È Ginette Kamari il gatto più bello del mondo 2022. Ieri sera, sul podio di Verona, la micia di quattro anni ha conquistato la giuria internazionale, che non ha avuto alcun dubbio nell’assegnare la medaglia d’oro alla Blu di Russia. Proveniente dalla Polonia, Ginette è un pezzo di cuore per Luigina Bertaglia, allevatrice di Bergamo, che soddisfatta afferma: «È stato amore a prima vista. Quando la vidi in terra polacca nel 2008 me ne innamorai. La sua allevatrice vendeva solo a privati, ma quando si accorse del feeling che nacque tra di noi decise di fare uno strappo alla regola. E così nacque anche la mia passione e il mio desiderio di valorizzare questa meravigliosa razza».

Medaglia d’argento per la Sacro di Birmania veronese Kallistè

Accanto a lei, sul podio, una cucciola di soli cinque mesi. Kallistè, una Sacro di Birmania chocolate di San Giovanni Lupatoto. In braccio al veronese Massimiliano Paolettoni. Un amore nato dalla fine di una relazione. «Mi ero appena separato e cercavo una passione tutta mia – spiega Massimiliano -, da un momento di difficoltà è nato l’attaccamento per questa razza dolcissima».  

Per due giorni, sul palcoscenico della Gran Guardia di Verona, si sono alternati leopardati Bengal, “chiacchieroni” Siamesi Orientali, giganti Maine Coon e Norvegesi, nudi Sphynx, ma anche gli “introvabili” Kurilian Bobtail, con la coda a pon pon, e i Ragdoll, che ricordano le bambole di pezza. Star feline sotto gli occhi increduli di migliaia di visitatori. Tantissimi i bambini, pronti a sostituirsi ai giudici e votare, a suon di applausi, il gatto preferito. Dopo due anni di stop, a causa pandemia, l’Esposizione internazionale felina “I Gatti più belli del mondo” ha registrato record di presenze. Verona, sabato 29 e domenica 30 ottobre, si è trasformata nella capitale del regno felino. 

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE SU EVENTI, CULTURA E SPETTACOLI

All’interno del Palazzo della Gran Guardia, a due passi dall’Arena, anche Kimberly, lo Sphynx peso piuma da 1,8 chilogrammi, e Baimax, il rosso Maine Coon da 12 chili, un peso massimo. E, ancora, Fuzzy, 9 chili di morbidezza per il British acclamato dal pubblico che ha assistito al campionato Enfi e ai “ring”, che hanno visti impegnati i giudici Kurt Vlach, Tomoko Vlach, Chiara De Luca e Gianfranco Mantovani, per la prima volta a Verona. 

«Un successo che ha confermato quanto questa rassegna sia amata dal pubblico – spiega la presidente del Club Felino di Verona Maria Sole Farinelli -. Tantissime famiglie ma anche giovani, curiosi e appassionati di gatti. Questa manifestazione è per tutti. Vedere l’entusiasmo delle persone, non solo nel conoscere e accarezzare i mici ma anche durante le premiazioni, ci ha riempiti di entusiasmo. Siamo pronti per il prossimo appuntamento, che ci vedrà in Fiera a Padova il 14 e 15 gennaio». L’Esposizione Internazionale Felina di Verona è organizzata da Movimento Azzurro – Ecosezione Verona in collaborazione con il Club Felino, sotto legida dell’E.N.F.I. – Ente Nazionale Felinotecnica italiana e con il patrocinio del Comune di Verona. Sponsor Farmina.

Guarda la nostra intervista a Maria Sole Farinelli

Ricevi (gratis) il Verona Eventi

Scopri tutti gli eventi e spettacoli della settimana a Verona e provincia!
Esce il mercoledì

CLICCA QUI PER RICEVERLO GRATUITAMENTE!