Isola della Scala: premiato il team italiano alla “fiammante” gara di barbeque

Nei giorno scorsi, il ristorante Alla Torre di Isola della Scala ha ospitato una delle più importanti gare internazionali di barbeque: The war of Barbeque. Tra ospiti d'eccezione, come lo chef Andrea Mainardi, musica e stand gastronomici, il team italiano si è aggiudicato un posto sul podio.

Lo Chef Andrea Mainardi coi fratelli Alessio e Diego Ferron, Contest The War of Barbeque - Isola della Scala
Lo Chef Andrea Mainardi coi fratelli Alessio e Diego Ferron, Contest The War of Barbeque - Isola della Scala

Dal 17 al 19 giugno, il ristorante Alla Torre di Isola della Scala è stato teatro di una delle più famose gare internazionali di barbeque: The war of Barbeque. Il contest, giunto alla sua terza edizione, è stato promosso dalla KCBS, federazione al primo posto mondiale per importanza nell’organizzazione di tali gare.

LEGGI ANCHE: Tommasi day, ora si comincia: «Un futuro da scrivere insieme»

Tre giorni in cui il pubblico ha seguito con interesse e curiosità la competizione, allietata da intrattenimento musicale e stand gastronomici. La gara ha visto, inoltre, la partecipazione speciale del talentuoso chef Andrea Mainardi, il quale ha deliziato i presenti con il suo show cooking, di cui protagonisti il riso Ferron e il Gorgonzola della Palzola.

Chef Andrea Mainardi

KCBS autorizza e giudica più di cinquecento barbeque contest all’anno in tutto il mondo. Si tratta di gare internazionali con partecipanti che arrivano da tanti Paesi per sfidarsi alla griglia e misurarsi con la cottura a basse temperature sino alla affumicatura della carne, come vuole la tradizione USA. Per questo motivo, per terminare la preparazione, in gara si superano le dieci ore di cottura.

Ad affrontarsi ad Isola della Scala sono stati ben quindici team provenienti dall’Olanda, Austria, Germania, Ungheria e naturalmente Italia. Internazionale anche la giuria: venti i giudici internazionali certificati da più Paesi presenti a cui si sono aggiunti tredici nuovi giudici formati in occasione della gara, tra cui cinque table captain.

LEGGI ANCHE: Fa discutere il caso Zenti-Campedelli

Ogni squadra ha cucinato circa 30 kg di carne nelle categorie previste dalla gara: Chicken, Ribs (costine taglio AT Louis), Pork e Brisket (punta di petto di manzo). Per la categoria extra i partecipanti hanno avuto a disposizione anche un prodotto d’eccellenza locale: 1 kg di riso a scelta tra carnaroli o vialone nano della Riseria Ferron.

Il premio Grand Champion è andato al team Cook Lounge arrivato dall’Austria e composto da padre e figlio. Tra i premiati anche il team italiano Luna Smoke, formato da marito e moglie a cui si è aggiunta per la prima gara anche la nipote, aggiudicandosi il Reserve Grand Champion. Per loro anche un gettone del Jack Daniel’s Invitational che li potrebbe portare a giocarsi un posto nella più grande competizione di barbeque del mondo, che si svolge all’interno della fabbrica del Jack Daniel’s.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv