Il Teatro Romano e le sue notti magiche

La magia e il fascino del teatro all’aperto ritornano a vivere nella fantastica location del Teatro Romano con un cartellone ricco di eventi: tra gli autori Goldoni, debutta Nancy Brilli con “La Bisbetica domata” e i Momix spengono ben trentacinque candeline per i loro anni altrettanti anni d’attività, festeggiano con il loro “W Momix Forever” dal 28 luglio al 9 agosto.

 

In uno tra i più bei teatri all’aperto del mondo va in scena, come ogni estate, tutta la magia dell’arte fatta di danza, musica e teatro. Stiamo parlando naturalmente dello splendido Teatro Romano di Verona che anche quest’anno fa calare il sipario sulla 67^ edizione dell’Estate Teatrale Veronese per la quale propone, dal 2 luglio al 14 agosto cinquanta serate di prosa e danza dopo gli otto appuntamenti in giugno con la musica, appoggiandosi  al Teatro Camploy e al Teatro Laboratorio presso l’ex arsenale asburgico. Un cartellone che come ogni anno porta a Verona il meglio, con tante prime nazionali. Ad inaugurare l’estate shakespeariana il testo di Tom Stoppard “Rosencrantz e Guildenstern sono morti” con la regia di Leo Muscato per una prima nazionale che ha portato nei ruoli principali, tre volti noti del teatro e della televisione: Vinicio Marchioni, Daniele Liotti e Gianfelice Imparato. A seguire per la regia di Giuseppe Emiliani, “I rusteghi” di Carlo Goldoni che in cinque giorni di repliche non perde una sera per riempire il teatro. Chiude per la sezione teatro del festival un’altra prima nazionale in programma dal 22 al 26 luglio: “La bisbetica domata”, per la regia di Cristina Pezzoli che dirige la protagonista per eccellenza, Nancy Brilli, al suo debutto sul palco del Teatro Romano. Per la sezione danza il cartellone ha proposto tre spettacoli di rilevanza internazionale: il 17 e 18 luglio Les Ballets Jazz de Montréal con Zero in On, Rouge e Harry, i Momix che festeggiano proprio al Teatro Romano trentacinque anni d’attività con il loro W Momix Forever dal 28 luglio al 9 agosto e per concludere il Balletto dell’Arena di Verona presente con due coreografie di Renato Zanella nel Galà di mezza estate, il 14 agosto. Ad aprire, invece, la sezione musica Rumors, andata in scena a metà giugno, Asaf Avidan, Patti Smith e Nina Zilli, mentre Verona Jazz, dal 21 al 25 luglio, ha portato sul palcoscenico del Teatro Romano Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura, Richard Galliano Quintet con un tributo a Nino Rota, Fabrizio Bosso Quartet, John De Leo ed Elisabetta Fadini con il progetto Village Vanguard, Mauro Ottolini & Sousaphonix e per chiudere la rassegna Stefano Bollani.